Covid ultime 24h
casi +20.648
deceduti +541
tamponi +176.934
terapie intensive -9

Litigano per il tablet: quindicenne uccide a martellate la sorella di 10 anni

La tragedia è avvenuta lo scorso 13 maggio in una cittadina nel nord del Kazakistan

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 28 Mag. 2020 alle 18:34
434
Immagine di copertina

Litigano per il tablet, quindicenne uccide a martellate la sorella di 10 anni

Quindicenne uccide a martellate la sorella di 10 anni per un tablet: è quanto accaduto nella città di Taraz, nel nord del Kazakistan lo scorso 13 maggio. Secondo quanto riferito da alcuni quotidiani, Aleksey, di 15 anni, ha aspettato che sua sorella Luda, di 10 anni, andasse a dormire, per colpirla con diverse martellate alla testa e ucciderla. A scatenare la rabbia dall’adolescente sarebbe stato un tablet. Una vicina di casa, infatti, ha raccontato di aver visto litigare i due in giardino a causa di un tablet. A quanto pare, lui voleva tenere il dispositivo elettronico per giocarci, mentre lei ne aveva bisogno per studiare.

Roma, consigliere Pd bestemmia durante il Consiglio in streaming

Una volta terminata la lite, Aleksey avrebbe atteso che la sorella si addormentasse per ucciderla. Il ragazzo, infatti, ha preso un martello e ha ripetutamente colpito la sorella, sfondadole il cranio. Dopodiché ha portato il cadavere della ragazzina fuori dalla sua abitazione e riposto accanto al recinto della casa dei vicini. Una volta rientrato in casa, si è cambiato i vestiti e ha detto ai suoi genitori che Luda era scomparsa. Una volta chiamate le autorità, l’adolescente ha confessato l’omicidio, dichiarando di aver ucciso la sorella perché gli aveva preso il tablet.

Leggi anche: Muore di stenti e viene lasciata nel suo lettino per giorni: bambina di 4 anni sbranata dai topi

434
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.