Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:27
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Perché secondo gli scienziati la fine del mondo è più vicina

Immagine di copertina

Ogni anno un comitato composto anche da premi Nobel stabilisce la portata delle minacce a cui è sottoposto il pianeta, aggiornando il cosiddetto "Orologio dell'Apocalisse"

 
Secondo alcuni eminenti scienziati mancherebbero soltanto 2 minuti alla fine del mondo. Ma non bisogna allarmarsi. Si tratta infatti soltanto di un’indicazione simbolica con cui vengono valutate le varie minacce che mettono in pericolo il pianeta, dalle guerre, ai cambiamenti climatici fino alla proliferazione nucleare.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Ogni anno, dal 1947, un comitato della rivista americana Bulletin of the Atomic Scientists si riunisce a Chicago per aggiornare il cosiddetto “Orologio dell’Apocalisse” (Doomsday Clock in inglese). La mezzanotte di questo orologio simboleggia la fine del mondo, mentre i minuti precedenti rappresentano la distanza ipotetica da tale evento.

L’orologio metaforico era fermo dal 2015 a tre minuti dalla mezzanotte. Quest’anno le lancette sono state spostate in avanti di un minuto, arrivando quindi a segnare le 23.58. Ciò indica che, rispetto agli anni precedenti, gli scienziati hanno rilevato un aumento delle minacce per il pianeta.

L’annuncio per il 2018 è arrivato giovedì 25 gennaio alle ore 16 ora italiana durante una conferenza stampa che si è tenuta a Chicago. Tra i membri del comitato che aggiorna ogni anno le lancette di questo orologio simbolico, ci sono eminenti scienziati.

L’organizzazione vanta infatti tra le sue fila ben 15 premi Nobel.

Negli anni l’orologio è stato regolato numerose volte: nel 1945 venne impostato a 2 minuti dalla mezzanotte, fino a raggiungere i 17 minuti dalla mezzanotte nel 1991, quando finì la guerra fredda e la Russia e gli Stati Uniti cominciarono a ridurre gli arsenali nucleari.

Quest’anno, anche a causa di Donald Trump, si è determinato lo spostamento delle lancette dell’Orologio dell’Apocalisse di 30 secondi verso la mezzanotte; secondo gli scienziati, infatti “la sua decisione di ritirarsi dall’accordo di Parigi, ha fatto tutto il possibile per allontanare il pianeta dalla possibilità di risolvere i problemi legati ai cambiamenti climatici”.

Per non parlare, ovviamente, della crescente minaccia nucleare rappresentata dalla Corea del Nord del dittatore Kim Jong-un, diventata sempre più realistica a che a causa delle discutibili capacità diplomatiche e negoziali del presidente degli Stati Uniti.

La decisione di far avanzare la lancetta dei minuti è stata determinata infine dalla paura circa le sorti del pianeta a causa “del deterioramento della sicurezza mondiale nel contesto di una crescente ignoranza sulle competenze scientifiche”.

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”
Esteri / "Ha una protesi": il video che alimenta nuovi dubbi sullo stato di salute di Vladimir Putin
Esteri / Strage in Texas, il momento in cui il killer entra nella scuola elementare | VIDEO
Esteri / Stati Uniti, 18enne apre il fuoco in una scuola elementare: uccise 21 persone, tra cui 19 bambini
Esteri / Lo sfogo della rifugiata ucraina scappata con l’uomo che l’aveva accolta: “Non sono una sfasciafamiglie”
Esteri / Guerra in Ucraina, forze russe avanzano a est: “Sfondate difese ucraine nel Luhansk”. USA, stop all'esenzione: più vicino il default russo