Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 13:15
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Quali Paesi stanno accogliendo i profughi afghani e quali si sono rifiutati: la mappa della solidarietà

Immagine di copertina
credit: Ansa foto

A causa dei conflitti in corso e dell’instabilità politica, 3,5 milioni di persone sono rimaste senza casa all’interno dei confini dell’Afghanistan. I talebani non vogliono che gli afghani lascino il Paese e controllano i valichi di frontiera: solo i commercianti o quelli con documenti di viaggio validi possono attraversare i confini.

“La stragrande maggioranza degli afghani non può lasciare il Paese attraverso i canali convenzionali. Ad oggi, le persone che potrebbero essere in pericolo non hanno una via d’uscita chiara”, ha affermato in una nota il portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR). Tuttavia, alcuni rifugiati sono riusciti a trovare il modo di lasciare il paese. Diverse migliaia di afghani sono entrati in Pakistan poco dopo che i talebani hanno preso il controllo di Kabul, mentre sembra che circa 1.500 afghani siano entrati in Uzbekistan e vivano in tende vicino al confine. Lo scorso venerdì, un funzionario della Nato ha affermato che più di 18mila persone hanno lasciato il paese dall’aeroporto. Tuttavia, non è chiaro quanti di loro siano cittadini afghani.

Quanti afghani sono fuggiti finora

L’ultimo movimento di afghani fa parte della migrazione storica creata dal clima di instabilità politica e di conflitto che dura da molti anni. Secondo l’UNHCR, quest’anno più di 550mila persone sono state costrette ad abbandonare le proprie case a causa del conflitto, ancor prima che i talebani riprendessero il controllo del Paese. Ciò significa che attualmente circa 3,5 milioni gli afghani sfollati interni. Oltre questa quota, alla fine dello scorso anno quasi 2,2 milioni di rifugiati e richiedenti asilo hanno cercato asilo nei paesi vicini.

Quest’anno, gli afghani hanno anche dovuto affrontare una grave siccità e una carenza di cibo in gran parte del paese. Nel rapporto pubblicato dal Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite a giugno, si affermava che 14 milioni di persone (più di un terzo della popolazione) muoiono di fame.

Dove stanno andando i rifugiati afghani

Il Pakistan e l’Iran hanno ospitato il maggior numero di rifugiati e richiedenti asilo afghani lo scorso anno. Secondo i dati dell’UNHCR, nel 2020 circa 1,5 milioni di persone sono passate dall’Afghanistan al Pakistan e 780.000 sono entrate in Iran. Mentre la Germania è al terzo posto nella lista con oltre 180mila afghani ospitati, anche la Turchia ha accolto circa 130.000 afghani. Tuttavia, ci sono anche 125mila richiedenti asilo afghani in Turchia le cui richieste non sono state accolte. Questo numero è 33mila in Germania e 20mila in Grecia.

Quali aiuti forniscono i paesi stranieri

Mentre alcuni paesi hanno offerto asilo sicuro agli afghani, altri hanno annunciato che non permetteranno l’ingresso ai rifugiati.

Iran

L’Iran ha allestito tendopoli di emergenza per i rifugiati nelle sue tre province al confine con l’Afghanistan. Tuttavia, alti funzionari del ministero dell’Interno iraniano hanno affermato che qualsiasi afghano che attraverserà l’Iran sarà “segnalato all’Afghansitan quando le condizioni miglioreranno”. Secondo le Nazioni Unite, l’Iran ospita attualmente circa 3,5 milioni di afgani.

Pakistan

Il primo ministro Imran Khan ha dichiarato a giugno che il suo paese chiuderà il confine con l’Afghanistan se i talebani prenderanno il controllo. Tuttavia, secondo alcuni resoconti dei media, diverse migliaia di afghani sono entrati in Pakistan e almeno un valico di frontiera è ancora aperto.

Tagikistan

Sebbene i numeri esatti non siano ancora chiari, alcuni rapporti suggeriscono che almeno alcune centinaia di afghani, compresi i soldati dell’esercito afghano, siano entrati in Tagikistan negli ultimi giorni. Il Tagikistan ha affermato che si sta preparando ad accogliere fino a 100.000 rifugiati dall’Afghanistan a luglio.

Uzbekistan

Secondo le informazioni attuali, circa 1500 afghani hanno attraversato il confine Afghanistan-Uzbekistan e si siano accampati. I rapporti indicano che i talebani consentono solo alle persone con visti validi di attraversare i confini.

Turchia

Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha affermato che il governo lavorerà con il Pakistan per stabilizzare l’Afghanistan e impedire che una nuova ondata di rifugiati arrivi in ​​Turchia. Il governo ha anche accelerato la costruzione del muro al confine iraniano.  Attualmente sono stati completati 156 chilometri, e l’obiettivo è quello di costruirne 243. La Turchia, che ospita già 3,7 milioni di siriani fuggiti dalla guerra, teme infatti un nuovo afflusso di rifugiati.

Regno Unito

Il Regno Unito ha annunciato che accetterà a lungo termine 20.000 rifugiati afghani. Il “Piano di reinsediamento dei cittadini afghani” del governo britannico prevede di consentire a 5.000 afghani di reinsediarsi nel Regno Unito nel primo anno e si concentrerà sulle minoranze religiose e di altro tipo, nonché su donne e bambini a più alto rischio sotto i talebani.

Stati Uniti d’America

Gli Stati Uniti non hanno rivelato il numero esatto di rifugiati che accetteranno. Ma il presidente Joe Biden ha presentato un budget di 500 milioni di dollari per l’immigrazione.

Canada

Il Canada ha detto che accetterà 20.000 afghani, concentrandosi su quelli in pericolo per i talebani, compresi dipendenti governativi e donne.

Australia

L’Australia ha annunciato che offrirà 3.000 posti nel programma di visti umanitari agli afghani in fuga dal loro Paese. Tuttavia, questa quota copre anche l’attuale programma di visti umanitari e non ci sarà alcun aumento del numero totale.

Germania

La Germania ha dichiarato che accetterà alcuni afghani, ma non ha specificato in quale numero. La cancelliera Angela Merkel, che è stata oggetto di dure critiche per la sua politica delle frontiere aperte nei confronti degli immigrati nel 2015, ha affermato che il governo si è concentrato sull’assicurare che i rifugiati “siano al sicuro nei paesi vicini all’Afghanistan”.

Italia

Il ponte aereo da Kabul organizzato dal ministero della Difesa proseguirà per tutto agosto e alla fine saranno evacuate più delle 2.500 persone segnalate dalla Farnesina tra collaboratori e famigliari di chi ha lavorato con il contingente italiano a Herat. È assai probabile che sarà prelevato anche chi attualmente non figura nella lista italiana. Il numero esatto, però, non è definito.

Francia

Affermando che “l’Europa deve proteggersi dalle significative ondate di immigrati illegali dall’Afghanistan”, il presidente Emmanuel Macron ha annunciato che la Francia “proteggerà coloro che sono più a rischio”. Tuttavia, ha affermato Macron, “l’Europa non può sopportare da sola le conseguenze della situazione attuale”.

Austria

L’Austria ha rifiutato di accettare i rifugiati afghani. Il ministro dell’Interno del Paese si è dichiarato favorevole a continuare a rimpatriare i profughi afghani. Tuttavia, affermando che il rimpatrio diretto in Afghanistan non è possibile, ha fatto pressioni per l’istituzione di “centri di espulsione” nei paesi limitrofi.

Svizzera

La Svizzera ha detto che non accetterà rifugiati dall’Afghanistan.

Macedonia del Nord, Albania e Kosovo

Su richiesta degli Stati Uniti, la Macedonia del Nord ha dichiarato che ospiterà temporaneamente 450 richiedenti asilo e l’Albania 300. I rifugiati dovrebbero rimanere in questi paesi fino al completamento dei documenti richiesti per i visti di immigrazione negli Stati Uniti. Il Kosovo prevede anche di fornire un rifugio temporaneo ai rifugiati diretti negli Stati Uniti, ma non ha fornito cifre.

Uganda

L’Uganda ha accolto 2.000 rifugiati afghani. Il paese dell’Africa orientale è quello con il maggior numero di richiedenti asilo in Africa.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”