Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:12
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Una proposta di legge in Francia per non essere reperibili fuori dall’orario d’ufficio

Immagine di copertina

La riforma del lavoro potrebbe dare ai dipendenti il "diritto di staccare" durante le ore non lavorative, liberandoli dall'obbligo di rispondere a email e chiamate

In Francia, una legge di riforma del lavoro potrebbe dare ai
lavoratori il “diritto di staccare” durante le ore non lavorative,
rendendo illegale la richiesta da parte dei datori di lavoro di essere
reperibili e rispondere alle email ricevute fuori dall’orario d’ufficio.

La misura fa parte di una serie di modifiche proposte dal
governo del presidente François Hollande, e in particolare dal ministro del
Lavoro Myriam El Khomri, rispetto alla regolamentazione del lavoro nel paese,
che si è da sempre distinto per una forte tutela dei lavoratori, come per
esempio il tetto delle 35 ore settimanali.

Le altre modifiche in realtà non andrebbero nella stessa
direzione, visto che hanno portato migliaia di persone a manifestare contro la
possibilità che alcuni diritti considerati ormai acquisiti possano perdersi in
favore di norme più favorevoli ai datori di lavoro.

Se approvata, la legislazione sul diritto a non essere
reperibili andrebbe in vigore nel 2018, e incoraggerebbe i dipendenti a
spegnere cellulari e altri dispositivi dopo aver lasciato il lavoro.

Secondo USA Today,
una società di analisi del rischio avrebbe rilevato che 3,2 milioni di
lavoratori francesi si sentono esausti a causa del lavoro e rischiano di
sviluppare sintomi di burnout, ovvero
un esaurimento dovuto alla stanchezza e allo stress cronico. Secondo la stessa
società di analisi, i manager (categoria solitamente più colpita da questa
condizione) che hanno lavorato a casa tra le 20 e mezzanotte sono passati da un
terzo al 52 per cento in soli dieci anni.

“È un problema reale”, ha dichiarato Yves Lasfargue,
sociologo specializzato in telelavoro: “Venti anni fa, prima che le email fossero
inventate, avremmo dovuto andare a bussare alle porte dei dipendenti. La cortesia
tradizionale suggerirebbe di astenersi dal disturbare le persone. Con questi
nuovi strumenti, questa forma di cortesia è totalmente scomparsa”. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”
Esteri / "Ha una protesi": il video che alimenta nuovi dubbi sullo stato di salute di Vladimir Putin
Esteri / Strage in Texas, il momento in cui il killer entra nella scuola elementare | VIDEO
Esteri / Stati Uniti, 18enne apre il fuoco in una scuola elementare: uccise 21 persone, tra cui 19 bambini
Esteri / Lo sfogo della rifugiata ucraina scappata con l’uomo che l’aveva accolta: “Non sono una sfasciafamiglie”
Esteri / Guerra in Ucraina, forze russe avanzano a est: “Sfondate difese ucraine nel Luhansk”. USA, stop all'esenzione: più vicino il default russo
Esteri / La direttrice di Russia Today: “O la Russia vince in Ucraina o le cose andranno male per tutta l’umanità”