Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Professore decapitato vicino Parigi, indaga l’antiterrorismo: aveva mostrato vignette su Maometto in aula

Immagine di copertina

Un uomo, un insegnante di scuola media, è stato decapitato con un coltello da cucina a Conflans Saint-Honorine, nella Val d’Oise, vicino a Parigi. Lo ha confermato la Procura nazionale antiterrorismo. Secondo le prime informazioni, i fatti si sono svolti attorno alle 17 di oggi, venerdì 16 ottobre, davanti a una scuola nel dipartimento delle Yvelines, nella banlieue parigina. Il presunto omicida, armato di un coltello, ha minacciato le forze dell’ordine, che lo hanno ucciso nel vicino comune di Eragny, nel dipartimento di Val-d’Oise. Le autorità hanno fermato 9 persone.

L’aggressore è stato abbattuto a colpi di pistola dalla polizia dopo un inseguimento. La procura generale nazionale antiterrorismo ha aperto un’indagine per “omicidio in relazione a un’azione terrorista” e “associazione criminale a scopo di terrorismo”. L’uomo, un 48enne di nazionalità algerina, era stato intercettato dagli agenti mentre fuggiva verso la vicina città di Eragny ed era in possesso di un’arma da fuoco. Secondo alcuni media, l’uomo avrebbe gridato “Allah Akbar” mentre aggrediva gli agenti che lo hanno ucciso.

Secondo il quotidiano francese la vittima era un insegnante della scuola presso la quale è stato trovato il cadavere e l’assassino era il padre di un suo allievo. La vittima, ha aggiunto Le Parisien, aveva recentemente tenuto una lezione ai suoi studenti sulla libertà di espressione e aveva mostrato le caricature di Maometto.

Tre settimane fa, un 18enne di origine Pakistana ha causato due feriti nei pressi dell’ex redazione di Charlie Hebdo a Parigi. L’uomo si è “assunto la responsabilità” della sua azione, legandola alla ripubblicazione delle caricature di Maometto decisa dal giornale satirico in concomitanza con l’inizio del processo per l’attentato del 2015.

Leggi anche: 1. Attacco a Parigi, 18enne pachistano confessa: ha agito contro Charlie Hebdo per le caricature su Maometto / 2. Parigi, 7 persone fermate per l’attacco vicino alla ex sede di Charlie Hebdo. Scarcerato un sospettato / 3. Parigi, i gilet gialli tornano in piazza. Sale la tensione: scontri e lacrimogeni | FOTO / 4. Francia: due premi Nobel propongono un lockdown dall’1 al 20 dicembre per salvare Natale e anziani

Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Esteri / I Maneskin alla conquista degli Usa: apriranno il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas
Esteri / Allarme in Europa: rubate le chiavi per generare Green pass. Nel dark web quello “funzionante” di Hitler
Esteri / Scandalo Facebook, Zuckerberg a un passo delle dimissioni
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass