Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il prezzo del petrolio torna a 50 dollari al barile, è la prima volta dopo sette mesi

Immagine di copertina

Il blocco della produzione canadese e l’aumento della domanda globale modificano al rialzo le previsioni di esperti e compagnie petrolifere

Il prezzo del petrolio ha superato i 50 dollari al barile per la prima volta dal 2016, spinto dal calo delle scorte negli Stati Uniti e dall’aumento della domanda globale. 

Le scorte settimanali Usa sono diminuite di 4,2 milioni di barili, in larga parte a causa del blocco della produzione canadese, che è il più grosso fornitore degli Stati Uniti, in seguito agli incendi nella zona delle sabbie bituminose dell’Alberta vicino agli impianti petroliferi.

Nei mercati asiatici il Brent ha raggiunto i 50,7 dollari al barile e il Light crude i 49,93 dollari, spinti dall’ aumento della domanda di Cina, India e Russia.

Resta sullo sfondo il problema dell’offerta eccessiva, sul quale i paesi Opec non intendono intervenire, in particolare l’Iran, da poco tornata sui mercati internazionali dopo la fine delle sanzioni.

Nei mesi scorsi i paesi dell’Opec e la Russia non erano riusciti a trovare un accordo per congelare la produzione con lo scopo di aumentare i prezzi.

La situazione, inoltre, resta critica in Nigeria dove i gruppi islamici attaccano gli impianti petroliferi bloccando la produzione.

Tuttavia gli esperti iniziano cautamente a modificare al rialzo le loro previsioni. Secondo Goldman Sachs il prezzo del barile si manterrà stabile intorno ai 50 dollari nella seconda metà del 2016 e toccherà i 60 dollari entro la fine del 2017.

Le stesse compagnie petrolifere iniziano a mostrare segni di fiducia nell’imminente aumento dei prezzi. BP ha comunicato di aver considerato nel budget del 2017 prezzi del petrolio tra i 50 e i 55 dollari al barile.

LEGGI ANCHE: PERCHÈ CROLLA IL PREZZO DEL PETROLIO

Ti potrebbe interessare
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte
Esteri / Scudo spaziale, battaglione da 5.000 unità, cooperazione con la Nato: come sarà l’esercito europeo
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana