Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:05
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Dopo 38 anni il presidente dell’Angola lascerà il potere

Immagine di copertina

Nelle nuove elezioni sarà scelto il sostituto di dos Santos, alla guida del paese africano dal 1979

Il 22 agosto i cittadini dell’Angola andranno al voto per eleggere il successore del presidente Jose Eduardo dos Santos, che lascerà il potere dopo quasi quarant’anni.

Il ministro della difesa Joao Lourenco, leader del partito di governo Movimento popolare per la liberazione dell’Angola (Mpla), è il candidato a ottenere la carica di presidente. Lourenco, che è un alleato di dos Santos dai tempi della guerra di liberazione dal Portogallo, ha detto che se vincerà, combatterà la corruzione dilagante nel paese.

Nelle precedenti elezioni del 2012, Mpla aveva vinto con il 72 per cento dei voti, ma il voto era stato accusato di irregolarità. Il principale partito avversario è l’Unita party, fondato nel 1966 e anch’esso forza di liberazione ribelle nella guerra.

Chi è dos Santos

Jose Eduardo dos Santos ha assunto la carica di presidente nel 1979, dopo la morte del primo presidente angolano Agostinho Neto. L’Angola ha ottenuto l’indipendenza dal Portogallo nel 1975.

Nel tempo, applicando una strategia di clientelismo e coercizione, dos Santos ha creato per sé e per la sua famiglia un impero da miliardi di dollari: la figlia Isabel è la donna più ricca d’Africa, a capo della società statale petrolifera Sonangol.

L’Angola è il maggior produttore africano di greggio (60 miliardi di dollari nel 2014, secondo la Banca mondiale) ed esporta quantità enormi di diamanti.

Nella classifica degli uomini di potere africani più longevi, l’angolano dos Santos si piazza al primo posto insieme a Teodoro Obiang (Guinea Equatoriale) e Robert Mugabe (Zimbabwe), tutti e tre al comando da 36 anni. Seguono:

• Paul Biya in Camerun (35 anni)
• Yoweri Museveni in Uganda (31 anni)
• Idriss Déby in Ciad (27 anni)
• Omar al-Bashir in Sudan (24 anni)
• Isaias Afewerki in Eritrea (24 anni)
• Denis Sassou Nguesso in Congo (20 anni)

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale