Coronavirus:
positivi 13.428
deceduti 34.938
guariti 194.273

Alabama, poliziotto pubblica sui social il mirino di un’arma puntato contro un manifestante nero: “Il prossimo è lui”

L'agente è stato licenziato

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 28 Giu. 2020 alle 16:06 Aggiornato il 29 Giu. 2020 alle 12:18
626

poliziotto post mirino

In Alabama un poliziotto è stato licenziato per aver pubblicato sui social network un post raffigurante un manifestante nero inquadrato nel mirino di un’arma da fuoco. Ad accompagnare l’immagine una scritta eloquente rispetto al tono del messaggio: “Questo è il prossimo”.

Ryan Snow, questo il nome dell’agente, è stato cacciato dal dipartimento di polizia di Hoover, sobborgo di Birmingham. “Questo tipo di condotta non è tollerato nel nostro dipartimento e non è rappresentativo della professionalità che ci si aspetta da tutti i nostri funzionari”, ha detto capo della polizia di Hoover, Nick Derzis, al quotidiano online locale AL.com.

Il post che ha potato al licenziamento Snow è apparso tra i commenti di un articolo, pubblicato su Facebook, nel quale si raccontava il raduno di alcuni manifestanti al ristorante di Wendy ad Atlanta, dove è stato ucciso nei giorni scorsi Rayshard Brooks. Nel post ci si chiedeva “chi sarà il prossimo?”.

Il poliziotto ha commentato postando l’immagine di un mirino che punta contro un manifestante nero scrivendo “Espira, Inspira. Pausa. Premere con forza. Questo è il prossimo”. L’agente, in forza al dipartimento di Hoover da quattro anni e mezzo, ha ammesso di essere l’autore del post. E il dipartimento lo ha licenziato.

Leggi anche: Atlanta, la polizia uccide un giovane afroamericano: altro video shock

626
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.