Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:15
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Ecco perché la serie Grey’s Anatomy è finita sotto accusa

Immagine di copertina

La serie tv, tra le più amate in tutto il mondo, secondo un team di ricercatori americani potrebbe distorcere le aspettative sull'assistenza sanitaria dei pazienti

Il telefilm Grey’s Anatomy, connubio di amore e medicina, è stato messo sotto accusa da parte di un gruppo di ricercatori del St. Joseph’s Hospital & Medical Center di Phoenix, negli Stati Uniti.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La serie, tra le più amate dal pubblico italiano, ha raccolto diverse critiche a livello scientifico.

Secondo i ricercatori, nel famoso medical drama, le guarigioni dei pazienti sono troppo rapide e questo comporta il rischio di creare nelle persone delle aspettative distorte e poco ancorate alla realtà.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Le patologie vengono individuate in tempi troppo rapidi, così come troppo rapidi sono i tempi di convalescenza dei pazienti. Se questo può considerarsi normale per una serie televisiva, secondo gli studiosi ciò distorce la percezione che gli spettatori hanno del sistema sanitario.

Sulle pagine della rivista Trauma Surgery & Acute Care Open i ricercatori hanno fatto un confronto tra le storie dei pazienti dei 269 episodi delle stagioni tra il 2005 e il 2016 e i traumi analoghi realmente subiti da oltre 4mila pazienti.

Comparando i casi reali e quelli della fiction, è emerso che circa il 71 per cento dei pazienti di Grey’s Anatomy veniva portato in sala operatoria direttamente dalle sale del pronto soccorso.

Nella vita reale invece il passaggio alla sala operatoria non si verifica così frequentemente, ma solo nel 25 per cento dei casi.

Per quanto riguarda inoltre i feriti considerati gravi, metà di quelli della serie ha avuto una convalescenza in ospedale inferiore a una settimana, una tempistica che nella realtà si registra solo per il 20 per cento dei pazienti gravi.

Le critiche mosse sono state sollevate proprio perché i ricercatori considerano la fase attuale molto delicata per la sanità americana.

I medical drama della televisione tendono a basarsi su trame che presentano malattie rare, con strani sintomi, il tutto però inquadrato in un contesto che non rispecchia la realtà.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Ti potrebbe interessare
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Ti potrebbe interessare
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown
Esteri / Iran, ragazzo di 20 anni decapitato dai suoi familiari perché gay
Esteri / L’uomo con 151 figli e 16 mogli: “Il mio lavoro è soddisfarle sessualmente”