Me

Olanda, sei figli segregati in cantina per nove anni: il padre li aveva convinti che sarebbe arrivata la fine del mondo

Alcuni dei figli non sapevano nemmeno che il mondo fosse abitato da altre persone

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 15 Ott. 2019 alle 17:38
Immagine di copertina
(Credits: Foto di Gerd Altmann)

Olanda, segregati in cantina per nove anni: aspettavano la fine del mondo

Segregati nella cantina della loro fattoria per nove anni, senza contatti con il mondo esterno, aspettando la fine del mondo. È vissuta così in Olanda una famiglia, che risiede in una località isolata del centro del Paese. Poi, qualche giorno fa, il figlio più grande, 25 anni, ha lasciato l’abitazione ed è comparso nel pub del villaggio più vicino raccontando confusamente i dettagli della vicenda. Adesso la polizia sta indagando.

Diversi media olandesi riportano la storia che piano piano viene alla luce dopo che la polizia è andata a perquisire la fattoria di Ruinerwold. Nella casa, isolata da un bosco da altre abitazioni, gli agenti hanno trovato una scala nascosta dietro a una credenza. Conduceva allo scantinato nel quale hanno trovato un uomo allettato a causa di un ictus e i suoi sei figli, di età compresa tra i 18 e i 25 anni, nemmeno registrati all’anagrafe.

Dalle prime ricostruzioni e grazie ai racconti del figlio maggiore, sembra che la famiglia sia vissuta per nove anni completamente isolata e che alcuni dei figli non sapessero nemmeno che il mondo fosse abitato da altre persone.

Il padre, 58 anni, ora in arresto, li aveva segregati in cantina in Olanda, aspettando la fine del mondo. La polizia ritiene inoltre possibile che la madre dei ragazzi sia stata sepolta nella fattoria.

I modi in cui il mondo può finire sono più numerosi di quelli che immagini