Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:13
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Al vertice sui rifugiati sono stati promessi 4,5 miliardi di dollari di aiuti in più

Immagine di copertina

Inoltre, i paesi che hanno partecipato hanno deciso di accogliere 360mila rifugiati, ma non è ancora abbastanza

Si è svolto nella giornata di ieri il vertice sulla crisi dei rifugiati promosso, a margine dell’annuale serie di incontri dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite e New York, dal presidente americano Barack Obama.

Le oltre 50 nazioni e organizzazioni internazionali che hanno partecipato al summit hanno promesso di aumentare il proprio contributo umanitario di quest’anno di 4,5 miliardi di dollari (circa 4 miliardi di euro).

Obama ha detto che la crisi dei rifugiati è un test per il sistema internazionale e che tutti i paesi devono assumersi la propria parte di responsabilità, dato che attualmente la stragrande maggioranza dei rifugiati sono ospitati in soli dieci paesi.

“Dobbiamo riconoscere che i rifugiati sono il sintomo di fallimenti più grandi – che si tratti di guerre, di tensioni etniche o di persecuzioni”, ha detto Obama. 

“Ci troviamo di fronte a una crisi di proporzioni epiche. Non possiamo distogliere lo sguardo e voltare le spalle. Sbattere la porta in faccia a queste famiglie vorrebbe dire tradire i nostri valori più profondi”.

I paesi che hanno partecipato al vertice sui rifugiati hanno anche promesso di accogliere 360mila rifugiati, raddoppiando il numero dei posti offerti lo scorso anno, ha riferito Samantha Power, ambasciatrice degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite.

Tuttavia, e come ha puntualizzato la stessa Power, si tratta ancora di una minima frazione degli 1,2 milioni di rifugiati che hanno necessità di essere ricollocati.

Inoltre, i leader dei paesi che ospitano i numeri più alti di rifugiati, come il re Abdullah di Giordania, hanno rimarcato che le promesse fatte durante il vertice non significano nulla se non verranno mantenute, ricordando come quelle fatte in occasione del vertice di Londra in febbraio non si sono materializzate.

— LEGGI ANCHE: I 6 paesi più ricchi della Terra ospitano meno del 9 per cento dei rifugiati mondiali

Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Esteri / Leverkusen, esplosione in un impianto chimico: almeno un morto. Le autorità: "Non uscite e tenete porte e finestre chiuse"
Ambiente / Il ceo di Philip Morris: “Favorevole al divieto totale di fumo entro il 2030”
Esteri / Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo