Obama attacca Trump ai funerali di John Lewis: “Chi è al potere vuole scoraggiarci a votare”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 30 Lug. 2020 alle 22:42 Aggiornato il 30 Lug. 2020 alle 22:43
137
Immagine di copertina
Barack Obama e Donald Trump

Obama contro Trump

Durante l’ultima cerimonia di addio a John Lewis, difensore pacifista dei diritti civili morto lo scorso 18 luglio, l’ex presidente Usa Barack Obama ha attaccato il suo successore Donald Trump, grande assente al funerale.

Parlando di democrazia in pericolo davanti a una platea in cui erano seduti anche altri due ex presidenti, George W. Bush e Bill Clinton, Obama ha detto: “So che questa cerimonia è per celebrare la memoria di John Lewis e che alcuni potrebbero dire che non dovremmo soffermarci su certi aspetti ma John ha speso la sua vita per combattere gli attacchi alla democrazia in America, proprio come quelli che vediamo circolare in questo periodo”.

Proprio nel giorno in cui il leader della Casa Bianca ha proposto un rinvio del voto su Twitter (“Non sarebbe meglio rinviare le elezioni?”, ha twittato oggi Trump) Obama afferma: “Mentre noi siamo qui quelli al potere stanno tentando di scoraggiare le persone dal votare, prendendo di mira le minoranze con leggi restrittive attaccando il diritto di voto con precisione chirurgica, minando persino il servizio postale cui sono stati tagliati i fondi pur di non farci votare. E invece il voto per posta è importante: serve a evitare che le persone si ammalino”. E ancora: “Dobbiamo continuare a marciare. Dobbiamo continuare la battaglia di John e assicurarci che ogni americano sia registrato per votare. Il giorno delle elezioni deve essere una festa nazionale”.

Leggi anche: 1. John Lewis, icona dei diritti civili/ 2. Usa, tweet di Trump: “Rinviamo le elezioni?”

137
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.