Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Neonato abbandonato dopo il parto nel deserto, mangiato vivo dai cani randagi

Immagine di copertina

Neonato abbandonato dopo il parto nel deserto di Taiwan, mangiato vivo dai cani randagi

Una donna di 19 ha abbandonato il figlio appena nato in un deserto, chiuso in un sacchetto di plastica. Il fatto è avvenuto nel sud di Taiwan. Il neonato sarebbe stato mangiato vivo dai cani randagi, spiega la polizia, oppure morto di fame o congelato, come racconta la polizia, che ha trovato minuscole ossa umane nascoste tra la vegetazione. A compiere il gesto è stata un donna, nota con lo pseudonimo di Xiao Mei, con problemi mentali e seguita dagli assistenti sociali. Ad accompagnarla nell’abbandono del bambino anche il padre, un 28enne di Kaohsiung.

La coppia si era conosciuta online e aveva gravi problemi economici. I due vivevano insieme in un appartamento in affitto nel distretto Siaogang di Kaohsiung.

Dopo aver abbandonato il bambino, i due si sarebbero nascosti in un internet cafè per quasi un mese, senza uscire. I servizi sociali sono riusciti a rintracciare la coppia e metterla in contatto con la polizia. La stessa Xiao ha raccontato agli assistenti di aver gettato via il bambino lo stesso giorno in cui era nato. Poco dopo la confessione, i poliziotti hanno rintracciato i resti del neonato.

L’Ufficio per gli Affari Sociali di Kaohsiung ha invitato altri giovani genitori a contattare gli assistenti per avere consulenza, assistenza nutrizionale e sanitaria, nonché assistenza finanziaria se si trovano in circostanze simili.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown