Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Una neonata è stata punta 7 volte da uno scorpione: è salva per miracolo

Immagine di copertina

Lo scorpione giallo che ha punto la bambina, sarebbe finito nel pannolino e l'ha attaccata

In Brasile una neonata è stata punta 7 volte da uno scorpione che si era infilato nel pannolino. La bambina nonostante il morso letale, non è morta ma è sopravvissuta per miracolo.

La neonata Maria Sofia Ferreira, che ha solo 3 giorni, è stata salvata dalla madre. È stata proprio la giovane mamma della bambina, Fernanda, a rendersi subito conto che la bambina non stava bene. Così l’ha portata al pronto soccorso di Vitoria da Conquista, nello stato di Bahia, nel nord-est del Brasile.

In ospedale i medici sono subito intervenuti e hanno somministrato alla neonata diversi antidoti per salvarla dai 7 morsi di scorpione.

Lo scorpione giallo che ha punto la bambina, sarebbe finito nel pannolino e l’ha attaccata.

La mamma 25enne si è accorta che qualcosa non andava e l’ha portata al pronto soccorso. I medici hanno spiegato alla donna che la bambina è salva proprio grazie a lei che è intervenuta in tempo. Alla piccola sono stati infatti somministrati diversi antidoti entro due ore oltre le quali probabilmente non ce l’avrebbe fatta.

“La vedevo davvero debole, non voleva essere allattata e faticava a respirare” ha detto la madre di Maria Sofia Ferreira.

“Pensavo che avesse un reflusso, non avevo idea che uno scorpione fosse finito nel suo pannolino e l’avesse morsa sette volte”.

Quando la bambina è stata ricoverata in ospedale soffriva di battito cardiaco accelerato e ad un certo punto ha smesso di respirare.

I medici le hanno somministrato sei dosi di siero anti-corticosteroide e, dopo aver trascorso tre giorni in terapia intensiva, è stata dimessa.

“Ero così spaventata quando ho aperto il pannolino di Sofia e ho scoperto lo scorpione, sono stata colta dal panico perché avevo troppa paura di toglierlo, quindi sono corsa a chiedere aiuto a una guardia che ha rimosso la creatura”, ha raccontato il medico Camila Mirante dell’ospedale.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Ti potrebbe interessare
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”