Minacce di morte a Narwhal, il cane unicorno. L’associazione che lo ha trovato blocca le adozioni: “Siamo preoccupati, resterà con noi”

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 6 Dic. 2019 alle 10:39 Aggiornato il 6 Dic. 2019 alle 12:00
404
Immagine di copertina

Narwhal, bloccate le adozioni del piccolo cane unicorno

Narwhal è il cucciolo trovato a novembre nel Missouri e ribattezzato “cane unicorno” per la coda che porta sulla fronte, proprio tra gli occhi, che lo ha reso popolare in tutto il mondo.

L’associazione che lo ha scovato e portato con sé, “La missione di Mac”, gli ha subito dato il titolo di “Piccolo magico unicorno peloso”, Narwhal, e ha avviato le procedure per la sua adozione dopo che le foto condivise dagli utenti entusiasti e increduli sui social hanno fatto il giro del mondo.

Ma tra questi c’è anche qualche malintenzionato, che ha iniziato a minacciare di morte il piccolo Narwhal, direttamente all’indirizzo dell’associazione, proprio a causa di quelli che alcuni vedono come “malformazione”.

Per questo motivo Rochelle Steffen, la fondatrice dell’associazione cinofila, ha deciso di bloccare le procedure per l’adozione di Narwhal, che aveva già ricevuto centinaia di richieste, e di tenerlo con sé.

“Siamo molto preoccupati per gli stupidi commenti che abbiamo letto, resterà con noi”, ha dichiarato Steffen.

Narwhal era stato trovato per le strade di Jackson, nel Missouri. Con tutta probabilità i suoi padroni lo avevano abbandonato, e i volontari dell’associazione lo avevano scovato mentre se ne andava in giro con altri cani più grandi di lui.

Quando, con grande soddisfazione, l’associazione lo ha salvato dal freddo insieme agli altri cani randagi, i volontari hanno deciso di chiamare il cucciolo “Narwhal, “Il piccolo magico peloso unicorno”, sottolineando la sua somiglianza con il noto cetaceo che presenta un dente sulla fronte.

Leggi anche:

Mississipi, scovato un “cane unicorno”: ha una piccola coda sulla testa e cerca casa

404
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.