Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Guardia costiera libica recupera 200 migranti in mare e li riporta a Tripoli

Immagine di copertina
Immagine d'archivio. Credit: Sea Watch Facebook

All’alba di ieri, mercoledì 31 ottobre, la Guardia costiera libica ha recuperato al largo delle coste nazionali e riportato a Tripoli 200 migranti che erano diretti in Italia. Lo ha reso noto la Marina libica sulla propria pagina Facebok.

L’operazione è avvenuta intorno alle 5 del mattino a circa 80 chilometri dalla costa. I migranti erano trasportati a bordo di due barconi in legno: si tratta di persone di nazionalità egiziana, marocchina, tunisina e di altri Paesi africani. Tra loro 7 donne e 3 minori.

I 200 migranti, come detto, sono stati riportati in Libia, dove sono sbarcati in serata, intorno alle 21.30 di ieri.

La notizia arriva a poche ore dal contestato rinnovo automatico dell’accordo sull’immigrazione tra Italia e Libia.

L’intesa – stipulata nel febbraio 2017 dal Governo Gentiloni e dal Governo di Accordo nazionale di Fayez Al Serraj – ha lo scopo di limitare l’arrivo di migranti dall’Africa sulle coste italiane. Per fare questo l’Italia si è impegnata a erogare fondi per l’addestramento e i mezzi in dotazione alla Guardia costiera libica, una sorta di “milizia” molto controversa e su cui si sono concentrate numerose inchieste giornalistiche che ne hanno portato alla luce aspetti poco chiari.

Leggi anche: 

Cosa prevede il controverso accordo tra Italia e Libia per bloccare i migranti

Accordo Italia-Libia, Riccardo Magi a TPI: “Posizione di Di Maio è drammaticamente in continuità con il passato”

Minniti: “Nessun ripensamento sull’accordo con la Libia, ma va modificato”

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Palestinian lives matter”: ora non è più solo Bernie Sanders a criticare Israele nel Congresso USA
Esteri / Associated Press chiede un’inchiesta indipendente sul bombardamento del palazzo dei media a Gaza
Esteri / “Bill Gates ha lasciato la presidenza Microsoft a causa di una relazione con una dipendente”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Palestinian lives matter”: ora non è più solo Bernie Sanders a criticare Israele nel Congresso USA
Esteri / Associated Press chiede un’inchiesta indipendente sul bombardamento del palazzo dei media a Gaza
Esteri / “Bill Gates ha lasciato la presidenza Microsoft a causa di una relazione con una dipendente”
Esteri / Gerusalemme, crolla la tribuna di una sinagoga: almeno 2 morti e 130 feriti
Esteri / Giornalista palestinese incinta uccisa dalle bombe a Gaza: aveva 30 anni
Esteri / Nuovi raid su Gaza e razzi su Israele. L’Autorità palestinese: “Finora abbiamo avuto 220 morti”. Ucciso alto comandante Jihad Islamica
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139