Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’Algeria ha spento internet per due ore durante gli esami di maturità

Immagine di copertina

L’intero paese è rimasto off line per evitare fughe di notizie o improvvisi accessi a internet con il cellulare, e ha così deciso di adottare una linea radicale durante gli esami di stato alle scuole superiori

Mecoledì 20 giugno, l’Algeria ha spento internet per due ore per evitare che si copiasse durante l’esame di stato di scuola superiore.

L’intero paese è rimasto off line per evitare fughe di notizie o improvvisi accessi a internet con il cellulare, e ha così deciso di adottare una linea radicale.

Il provvedimento è stato adottato per l’inizio degli esami di maturità e impedire imbrogli da parte degli studenti.

Tutte le connessioni internet mobili e fisse sono andate fuori uso per un totale di due ore, in concomitanza con l’inizio di due prove scolastiche.

“I dispositivi con accesso a Internet, come telefoni cellulari e tablet, sono stati banditi dagli oltre 2mila centri d’esame dell’Algeria e sono stati allestiti dei metal detector all’ingresso degli istituti”, ha detto il ministro dell’istruzione Nouria Benghabrit.

In un’ulteriore mossa per evitare che le domande potessero trapelare, il ministro ha detto che sono state installate telecamere di sorveglianza nei luoghi in cui sono stati stampati i documenti degli esami.

I servizi internet sono stati tagliati “in conformità con le istruzioni del governo volte a garantire il buon svolgimento dei test dei diplomi delle scuole superiori”, ha affermato l’operatore pubblico Algerie Telecom.

I blackout prestabiliti continueranno fino a lunedì per combattere gli imbrogli tra più di 700mila studenti impegnati nelle prove scolastiche.

Ali Kahlane, presidente dell’associazione delle telecomunicazioni AOTA, ha dichiarato che gli operatori devono conformarsi alle richieste del governo.

La stagione degli esami del 2016 è stata segnata da imbrogli diffusi, con domande d’esame pubblicate sui social media prima o all’inizio del test.

L’anno scorso, le autorità hanno chiesto agli operatori di chiudere l’accesso ai social media, ma il provvedimento non ha completamente risolto il problema.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, rifiuta di indossare una mascherina in volo e si abbassa i pantaloni: 29enne rischia fino a 20 anni
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, rifiuta di indossare una mascherina in volo e si abbassa i pantaloni: 29enne rischia fino a 20 anni
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid