Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Golpe in Mali, i militari catturano il presidente e il primo ministro dopo il rimpasto di governo

Immagine di copertina
Il presidente del governo di transizione del Mali, Bah N’Daw. Credit: Alexis Sciard/IP3 via ZUMA Press

Nove mesi dopo l’ultimo golpe del 18 agosto 2020, che portò al rovesciamento del presidente Ibrahim Boubacar Keita e all’insediamento dell’attuale governo “di scopo”, i militari hanno nuovamente preso il comando

Nuovo colpo di Stato in Mali. I militari, scontenti del nuovo governo annunciato dalle autorità di transizione, hanno rimosso con la forza il presidente Bah N’Daw e il primo ministro ad interim, Moctar Ouane, portandoli nel campo militare di Kati, a poche miglia dalla capitale Bamako. Nove mesi dopo l’ultimo golpe del 18 agosto 2020, quello che portò al rovesciamento del presidente Ibrahim Boubacar Keita e all’insediamento dell’attuale governo “di scopo”, i militari hanno nuovamente preso il comando dello stato dell’Africa nordoccidentale.

Il primo ministro di transizione aveva detto di essere stato portato sotto costrizione dai soldati a casa del presidente Bah N’Daw. “Posso confermare che gli uomini di Goita sono venuti a prendermi e mi hanno portato a casa del presidente, che non è lontano dalla mia residenza”, ha detto il premier Mocatr Ouane in una breve conversazione telefonica con l’AFP, riferendosi all’uomo forte del Mali, il colonnello Assimi Goïta, attuale vicepresidente della transizione. La conversazione si è poi interrotta.

Gli eventi sono precipitati poche ore dopo l’annuncio di un nuovo governo, ancora dominato dai militari, ma dal quale sono stati rimossi gli ufficiali vicini alla giunta che aveva preso il potere dopo il colpo di stato dell’agosto 2020 e di cui Assimi Goïta era il leader. I colonnelli avevano installato dopo poche settimane delle autorità di transizione, tra cui il presidente, Bah N’Daw – un ufficiale in pensione – e un governo guidato da Moctar Ouane, un civile.

Secondo Mali Actu, sito d’informazione locale, ad alimentare il golpe è stato lo scontento dei militari della ex giunta al potere, i quali non avrebbero approvato proprio il rimpasto di governo che ha visto l’esclusione dei due militari, i colonnelli Sadio Camara e Modibo Koné, rispettivamente ex ministri della Difesa e della Sicurezza. I due saranno sostituiti rispettivamente dal generale Souleymane Doucoure e dal generale Mamadou Lamine Ballo.

Il nuovo governo – formatosi ieri,  – è composto da 25 ministri tra cui anche due rappresentati dell’Unione per la Repubblica e la Democrazia (URD), la principale forza politica del Movimento 5-Jun (M5), il collettivo che ha guidato la protesta che ha portato al rovesciamento dell’ex presidente Keita.

Golpe in Mali, le reazioni internazionali

“I capi di Stato riuniti al Consiglio europeo chiedono l’immediata liberazione del presidente del Mali Bah N’Daw e del primo ministro Moctar Ouane”. Lo scrive su Twitter l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell. “Saranno adottate sanzioni contro coloro che intralciano la transizione“, aggiunge il politico spagnolo.

Europa, Stati Uniti, il Regno Unito e Ecowas (la Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale) hanno rilasciato una dichiarazione congiunta per richiedere il rilascio immediato dei due governanti. “Abbiamo seguito gli avvenimenti in Mali – dice il presidente del Consiglio europeo Charles Michel – b, con il rapimento del presidente Bah N’Daw e del primo ministro Moctar Ouane. Chiediamo il ritorno alla transizione che deve essere civile. Quello che è successo è grave e serio. Siamo pronti ad adottare le misure necessarie”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Sorelline rapite dal padre: ritrovato in fondo al mare il corpo di Olivia. Si cerca l'altra bambina
Esteri / Cameraman corre più veloce di tutti gli atleti e vince i 100 metri: il video è virale
Esteri / La balena inghiottisce il pescatore: l’uomo si salva per un colpo di tosse
Ti potrebbe interessare
Esteri / Sorelline rapite dal padre: ritrovato in fondo al mare il corpo di Olivia. Si cerca l'altra bambina
Esteri / Cameraman corre più veloce di tutti gli atleti e vince i 100 metri: il video è virale
Esteri / La balena inghiottisce il pescatore: l’uomo si salva per un colpo di tosse
Esteri / La morte di George Floyd e la pandemia da Covid-19: le storie che hanno vinto i premi Pulitzer del 2021
Esteri / L’Iran espelle una suora italiana
Esteri / Tensione fra Italia ed Emirati Arabi: a rischio la base strategica in Medio Oriente
Esteri / Perù: procuratore chiede l’arresto di Keiko Fujimori, candidata della destra alle recenti elezioni
Esteri / Putin protesta, l'Uefa ordina all'Ucraina di cambiare la maglia "politica"
Esteri / Usa, una canna di marijuana gratis a chi si fa il vaccino anti-Covid
Esteri / “Senza pace non c’è calcio”: in Colombia la protesta contro il governo arriva fuori dagli stadi