Coronavirus:
positivi 13.303
deceduti 34.945
guariti 194.579

Malesia, bambina di 8 anni bloccata in una recinzione muore dopo 65 punture di calabroni

Di Marco Nepi
Pubblicato il 4 Giu. 2020 alle 17:07 Aggiornato il 4 Giu. 2020 alle 17:17
42
Immagine di copertina

Bambina morta dopo punture di calabroni

In Malesia una bambina di 8 anni è morta in seguito a 65 punture di calabroni dopo essere rimasta intrappolata in una recinzione senza possibilità di scappare. La piccola Nur Nazihah Mohd Sabri è stata attaccata dagli insetti mentre giocava con il fratello minore Muhammed Azib e altri amici su una collina vicino casa, nello stato occidentale del Terengganu, lo scorso 30 maggio. Come riportato dai media locali, con l’arrivo dello sciame Nur è rimasta bloccata in una recinzione mentre gli altri bambini sono riusciti ad allontanarsi. L’allarme sarebbe scattato grazie a Muhammed, tornato a casa da sua madre Rohayu Mat Lazim con gonfiore sul corpo e segni di punture raccontando quanto successo.

La donna ha quindi portato entrambi i figli all’ospedale di Dungun. In seguito i bambini trasferiti all’ospedale Sultanah Nur Zahirah. Secondo la madre la bambina era ormai molto debole. Sarebbe morta nelle prime ore del mattino del 31 maggio. Come riferito da un medico Nur ha perso la vita a causa dei danni agli organi interni dovuti alle tossine rilasciate dalle punture dei calabroni. “Non so come siano potuti andare lì a giocare, io e mio marito e gli abbiamo sempre ripetuto di evitare quella zona”, ha dichiarato la mamma. I dettagli sull’accaduto sono stati forniti ai media da un funzionario della città di Dungun.

Le notizie di esteri di TPI

42
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.