Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:41
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Macedonia andrà a elezioni anticipate

Immagine di copertina

Si andrà a votare il 5 giugno. La decisione arriva dopo lo scioglimento del parlamento, per porre fine a mesi di stallo politico legato a uno scandalo di intercettazioni

In Macedonia sono state convocate le elezioni legislative anticipate per il 5 giugno dopo lo scioglimento del parlamento, come parte di un accordo mediato dall’Unione europea per porre fine a mesi di stallo politico legato a uno scandalo di intercettazioni. 

“Oggi ho firmato la decisione di indire elezioni anticipate per il 5 giugno 2016,” ha dichiarato il presidente del parlamento Trajko Veljanovski.

“Credo che tutti i soggetti coinvolti nel processo elettorale contribuiranno alle elezioni in un’atmosfera pacifica e democratica e che ognuno di noi il 5 giugno potrà esercitare il proprio diritto di voto”, ha detto in una dichiarazione.

L’opposizione ha già detto che boicotterà le elezioni. La crisi si è aggravata questa settimana, quando il presidente Gjorge Ivanov ha deciso di concedere un’amnistia a 56 funzionari accusati di essere coinvolti nello scandalo.

La decisione ha causato preoccupazione in Europa e negli Stati Uniti e ha portato Johannes Hahn, il commissario europeo responsabile per le relazioni con gli Stati membri aspiranti come la Macedonia, a mettere in discussione se elezioni credibili fossero ancora possibili.

L’amnistia ha portato a tre notti di proteste per le strade della capitale macedone, Skopje. Cinque agenti di polizia sono stati feriti.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce