Come l’Lsd sta sostituendo il caffè tra i giovani professionisti di San Francisco

Invece di bere caffè, diversi professionisti di aziende tecnologiche a San Francisco consumano piccole dosi di LSD per aumentare la propria energia e creatività

Di TPI
Pubblicato il 26 Nov. 2015 alle 12:29 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:49
0
Immagine di copertina

Un numero crescente di giovani professionisti a San Francisco avrebbe iniziato ad assumere LSD e altre droghe psichedeliche invece di bere caffè.

La quantità assunta sarebbe piccolissima: si parla infatti di “microdosi”, circa 10 microgrammi di LSD o fra 0,2 e 0,5 grammi di funghi allucinogeni. Servirebbe a “sentire un po’ di energia, d’intuizione in più, ma non così tanto da sentirsi in un trip mentale”, dice Rick Doblin dell’Associazione multidisciplinare di studi sulla psichedelia.

La tendenza sarebbe in crescita forte e costante nella zona di San Francisco, dice James Fadiman, autore del libro La guida dell’esploratore psichedelico.

Il consumatore tipo sarebbe un professionista venticinquenne in un’azienda tecnologica, curioso di vedere se le microdosi possono aiutarlo a risolvere problemi tecnici sul lavoro e a diventare più innovativo.

Fadiman dice che le microdosi di droghe psichedeliche sono “un’alternativa estremamente sana” all’Adderrall, una droga diffusa fra programmatori.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.