Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Libia, sequestrato un peschereccio italiano. La Farnesina lavora per un “rapido rilascio”

Immagine di copertina
Foto: la Guardia costiera libica: Credit: ABDULLAH DOMA / AFP / Getty Images

L'imbarcazione bloccata da una motovedetta nel golfo della Sirte

Libia, sequestrato un peschereccio italiano

Oggi, martedì 23 luglio 2019, un peschereccio italiano, Tramontana, è stato sequestrato in Libia. L’imbarcazione è stata sequestrata da una motovedetta libica nel golfo della Sirte, in una zona di mare antistante il porto di Misurata.

A bordo 7 persone

Tramontana è un peschereccio della marineria di Mazara del Vallo, in provincia di Trapani. A bordo, stando alle prime informazioni, ci sono sette membri dell’equipaggio: cinque mazaresi e due tunisini.

Il peschereccio si trovava nell’area insieme ad altre imbarcazioni quando è stato abbordato dall’unità libica; a quel punto alcuni libici sono saliti a bordo dell’imbarcazione mazarese.

Sull’argomento è intervenuto anche il sindaco di Mazara del Vallo, Salvatore Quinci: “Ci giungono notizie che il capitano Nicolò Bono e gli altri sei componenti dell’equipaggio del motopesca Tramontana, fermato oggi pomeriggio da unità navali libiche a circa 60 miglia a est dal porto di Misurata, stanno bene”, ha detto il primo cittadino. ” Ci conforta che la Farnesina stia seguendo la vicenda con grande attenzione e confidiamo che l’azione diplomatica porti al rilascio del natante e dell’equipaggio. Siamo in contatto con la Capitaneria di porto e le autorità diplomatiche”.

Il Ministero degli Esteri al lavoro per “un rapido rilascio”

A dare notizia del sequestro è stata una nota della Farnesina nella quale si sottolinea che il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, ha dato “istruzioni all’ambasciatore d’Italia, Giuseppe Buccino, di adoperarsi prontamente con la massima efficacia al fine del corretto trattamento e di un rapido rilascio dei membri dell’equipaggio e dell’imbarcazione, costretta a dirigersi verso il porto di Misurata”.

libia peschereccio sequestrato
Mappa da Google Maps: Misurata e il Golfo della Sirte in Libia
> Le notizie di TPI sulla Libia

“La Farnesina precisa che non sono ancora chiare le ragioni del sequestro, verosimilmente legate ad attività di pesca, in acque peraltro definite ad “alto rischio” e dunque sconsigliate da parte del Comitato Interministeriale per la Sicurezza dei Trasporti e delle Infrastrutture”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / I video dell’esecuzione dei civili a Bucha: le nuove prove pubblicate dal New York Times
Economia / Il paradosso delle sanzioni: dall’invasione l’Italia ha quadruplicato le importazioni di petrolio russo
Esteri / Sfida sui ghiacci: la guerra dell’Artico tra Nato e Russia
Ti potrebbe interessare
Esteri / I video dell’esecuzione dei civili a Bucha: le nuove prove pubblicate dal New York Times
Economia / Il paradosso delle sanzioni: dall’invasione l’Italia ha quadruplicato le importazioni di petrolio russo
Esteri / Sfida sui ghiacci: la guerra dell’Artico tra Nato e Russia
Esteri / La figlia di Putin sta con uno Zelensky: la relazione segreta di Katerina con il coreografo Igor
Cronaca / Mali, tre italiani e un togolese rapiti da uomini armati: sequestrata una coppia con bambino
Esteri / Nato, Mosca alla Svezia: “Convochi referendum, il sostegno è basso”
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Fase finale sarà più sanguinosa". Mosca: "Azovstal è nostra"
Esteri / Vaiolo delle scimmie, l’Oms avverte: “Quadro in rapida evoluzione”
Esteri / Sparatoria in una scuola in Germania: almeno un ferito, fermato un sospetto
Esteri / La gaffe di George W. Bush: “La brutale invasione dell’Iraq… volevo dire “dell’Ucraina” | VIDEO