Covid ultime 24h
casi +17.083
deceduti +343
tamponi +335.983
terapie intensive +38

Libia, liberati quattro ostaggi: tre filippini e un sudcoreano

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 17 Mag. 2019 alle 09:02 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 08:53
0
Immagine di copertina
Credit: Photo by PHILIPPE DESMAZES / AFP

Libia news liberati ostaggi | Quattro ostaggi, tre filippini e un sudcoreano, sono stati liberati ieri pomeriggio in Libia dopo 315 giorni di prigionia.

A renderlo noto è il ministero degli Esteri degli Emirati Arabi, spiegando di aver contribuito alla loro liberazione con “intensi sforzi” condotti insieme alla Libyan National Army, guidata dal generale Khalifa Haftar.

I quattro civili sono in buona salute e già oggi dovrebbero essere portati in aereo ad Abu Dhabi per poi essere trasferiti nei rispettivi paesi.

I prigionieri, tutti ingegneri, lavoravano in un impianto di desalinizzazione ed erano stati rapiti da una decina di uomini armati.

Interpellato sull’argomento, il consigliere per la sicurezza nazionale sudcoreana Chung Eui-yong ha dichiarato che il servizio di intelligence nazionale sudcoreano e il ministero degli Esteri hanno lavorato in stretta collaborazione con gli Stati Uniti, la Francia e l’Italia, nonché con il governo libico.

Chung ha poi aggiunto: “In particolare, vorrei trasmettere un messaggio di ringraziamento speciale da parte del nostro governo e del presidente Moon al governo degli Emirati Arabi Uniti e al principe ereditario di Abu Dhabi Mohammed per aver svolto un ruolo decisivo nella liberazione del nostro concittadino senza risparmiare alcun sostegno possibile”.

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

Il principe ereditario di Abu Dhabi Mohammed bin Zayed Al-Nahyan, dunque, ha svolto un ruolo chiaro nella vicenda della liberazione dell’ostaggio anche se Chung non ha fornito ulteriori dettagli in merito.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.