Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Libia: violenti scontri in atto nella parte Sud di Tripoli

Immagine di copertina
Credit: Amru Salahuddien / Anadolu Agency

Libia: violenti scontri nella parte Sud di Tripoli | Libia guerra news | Secondo il sito Libya Observer e la tv Al Jazeera violenti scontri sono in corso nella parte sud di Tripoli tra le forze governative e gli uomini del generale Khalifa Ḥaftar (qui tutti gli aggiornamenti sulla guerra in Libia).

Secondo quanto riferito, gli scontri sarebbero ripresi sulla via dell’aeroporto, così come “promesso” da Ḥaftar che, verso le cinque di questa mattina, sabato 25 maggio, aveva annunciato un’avanzata lungo la strada dell’aeroporto.

La battaglia, ormai in corso dal 4 aprile scorso, è volta alla conquista dell’aeroporto internazionale di Tripoli, chiuso dal 2014 e distante circa 30 chilometri dalla capitale.

Tuttavia, nonostante l’avanzata, molti analisti ritengono che Ḥaftar non sia in grado di prendersi la capitale.

La notizia arriva dopo l’attacco di ieri, venerdì 24 maggio, da parte dell’esercito nazionale libico del generale Khalifa Haftar, che ha bombardato a Tripoli alcuni edifici dell’hotel Rixos, che ospita il parlamento dell’Est.

Il 23 maggio, invece, Haftar si era recato all’Eliseo per incontrare il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron dicendosi pronto a una pausa delle ostilità.

Ma per il momento gli attacchi non sono cessati.

Guerra in Libia: a che punto è lo scontro tra Haftar e al-Serraj

Guerra in Libia: perché si combatte, chi sta con chi e come siamo arrivati fin qui

ESCLUSIVO TPI: “Senza cibo né acqua, pestati a sangue dai soldati”: la guerra in Libia vista dai migranti rinchiusi nei centri di detenzione

http://Libia, sale a 376 il numero dei morti, oltre 45mila gli sfollati
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora