Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Da Rushdie a JK Rowling, 150 intellettuali contro l’intolleranza “politically correct”

Immagine di copertina
A sinistra Salman Rushdie, al centro JK Rowling e a destra Margaret Atwood

Da Rushdie a JK Rowling, 150 intellettuali contro l’intolleranza “politically correct”

Sono oltre 150 gli intellettuali – scrittori, accademici e attivisti – tra cui JK Rowling, Salman Rushdie e Margaret Atwood, che hanno firmato una lettera aperta in favore della libertà di espressione e contro la “restrizione del dibattito”. L’appello è stato pubblicato su Harper’s Magazine, poi ripreso dal New York Times e da altre importanti testate. Gli autori della lettera, molti dei quali hanno sostenuto e partecipato alle manifestazioni contro le discriminazioni razziali e la violenza della polizia negli Usa, denunciano tuttavia che alcune reazioni hanno compromesso la possibilità di un dibattito aperto e spianato la strada al conformismo ideologico.

“Il libero scambio di informazioni e idee, la linfa vitale di una società liberale, sta diventando sempre più limitato”, si legge nella lettera. “Sosteniamo il valore di un contro-discorso robusto e persino caustico da ogni parte. Ma ora è fin troppo comune sentire richieste di punizione rapida e severa in risposta alle trasgressioni percepite del linguaggio e del pensiero.”

“I direttori vengono licenziati per la pubblicazione di pezzi controversi; i libri vengono ritirati per presunta inautenticità; ai giornalisti è vietato scrivere su determinati argomenti; i professori vengono indagati per aver citato opere di letteratura in classe; un ricercatore viene licenziato per aver fatto circolare uni studio accademico peer-reviewed e i capi delle organizzazioni vengono espulsi per quelli che a volte sono solo errori goffi”, prosegue la lettera. I firmatari prendono così posizione contro la nuova intolleranza del “politically correct”, che porta alla gogna di chi esprime idee differenti nel mondo della cultura e dei media: una vera e propria caccia alle streghe che sta trasformando “la resistenza in un brand dogmatico e coercitivo”.

I firmatari avvertono che il “public shaming e l’ostracismo” si stanno concretizzando nella censura, per la tendenza a tendenza a dissolvere questioni politiche complesse in una “accecante certezza morale” e un’intolleranza di opinioni opposte. “Le cattive idee si sconfiggono attraverso la loro esposizione, l’argomentazione e la persuasione, non cercando di zittire o allontanarle. Rifiutiamo qualsiasi falsa scelta tra giustizia e libertà”, perché – spiegano – queste non possono esistere “l’una senza l’altra”.

Oltre all’autrice di Harry Potter, finita di recente nella bufera per l’accusa di transfobia, tra i firmatari ci sono l’intellettuale statunitense Noam Chomsky, la femminista Gloria Steinem, il campione di scacchi russo Garry Kasparov e il giornalista e sociologo canadese Malcolm Gladwell.

Leggi anche: 1. J.K. Rowling accusata (di nuovo) di essere contro i trans: i tweet finiti nella bufera / 2. Daniel Radcliffe risponde a J.K. Rowling: “Le donne trans sono donne a tutti gli effetti” /3. J.K. Rowling rivela: “Ho subito abusi domestici e un’aggressione sessuale”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”