Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:35
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il Klu Klux Klan sta usando le caramelle per attirare giovani nuovi adepti

Immagine di copertina
Dei membri del KKK nei tipici cappucci bianchi. Credits: AFP

Nello stato di New York, insieme ai volantini sul suprematismo bianco vengono distribuiti anche dolcetti

Il Ku Klux Klan (KKK), il noto movimento razzista che sostiene la superiorità della razza bianca, sembra star usando delle caramelle per addolcire il proprio messaggio e raccogliere nuovi adepti.

Succede in diverse contee dello stato di New York, nel nord-est degli Stati Uniti.

Membri del KKK lasciano delle bustine che contengono caramelle, merendine ma anche volantini colmi di propaganda a favore del suprematismo bianco nei vialetti delle case. L’iniziativa è volta a raccogliere nuovi consensi nella fascia più giovane della popolazione.

Nei volantini ci sarebbero anche informazioni utili a chiunque volesse unirsi al Klan, sotto a un’incitazione: “Unisciti al Klan e salva la nostra terra!”.

Gli ideali sostenuti dal KKK sono storicamente nazionalisti e apertamente discriminatori, sostenendo tra le altre cose l’antisemitismo, l’antipapismo, il razzismo, l’omofobia e l’anticomunismo. In passato il Klan si è reso responsabile di terribili omicidi a sfondo razziale.

“Vengono dalle quattro alle sei del mattino così le caramelle e le merendine sono già alla fine dei vialetti quando i bambini salgono sull’autobus per andare a scuola”, ha detto alla CNN Denise Szarek, membro del Consiglio scolastico di Westmoreland, nella contea di Oneida.

“Pensiamo che la propaganda sia mirata ai bambini – o almeno ai ragazzini delle scuole medie e superiori”, ha continuato Szarek.

A dirsi preoccupato è anche un professore della contea, Ron Klopfanstein, che ricopre la posizione di presidente della Società di Storia locale. “Il KKK è un’organizzazione terroristica, e anche solo lasciare in giro questo genere di materiale è terrificante, soprattutto se te lo trovi sul vialetto di casa la mattina”, ha detto.

“Penso che la cosa peggiore sia il fatto che tanti ragazzini se li siano trovati davanti la mattina andando verso l’autobus”, continua Klopfanstein.

L’iniziativa, per quanto moralmente discutibile, non è però illegale nello stato di New York.

Lo sceriffo della contea di Oneida, Rob Maciol, ha detto a WSYR-TV che, per quanto il KKK sia un’organizzazione che incoraggia l’odio e il bigottismo, l’organizzazione ha il diritto di distribuire volantini.

Il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo ha però assunto una posizione di condanna, chiedendo che un’investigazione in merito venga avviata per scoprire l’origine dei volantini.

Ha anche chiesto alla Hate Crime Task Force della polizia statale di mettere in atto una campagna di sensibilizzazione del pubblico per far fronte ad ogni crimine d’odio che il materiale del KKK potrebbe aver promosso.

“Mentre il presidente Trump e i Repubblicani a Washington seminano un odio e una divisione che si sta propagando come un cancro in tutto il Paese, a New York vogliamo dire: non qui, non ora, né mai”, ha dichiarato Cuomo. “New York non ha alcuna tolleranza per quest’intolleranza”.

Non è però la prima volta che questo genere di cosa succede negli Stati Uniti. Il KKK, infatti, hanno usato la tattica delle caramelle anche in South Carolina e in Virginia, altre volte.

L’ascesa del suprematismo bianco negli Stati Uniti

Secondo l’ultimo rapporto del Centro dell’Estremismo dell’Anti Defamation Legue, la più grande associazione non governativa di origine ebraica per la difesa di diritti civili e umani, gli omicidi da parte di suprematisti bianchi sono più che raddoppiati nel 2017.

Il numero supera di gran lunga gli omicidi commessi da estremisti islamici e ciò rende il 2017 il quinto anno più mortale mai registrato per la violenza legata all’estremismo dal 1970.

Con la valutazione annuale degli omicidi legati agli estremismi, l’organizzazione americana ha scoperto che i suprematisti bianchi e altri estremisti di estrema destra sono stati responsabili del 59 per cento di tutti gli incidenti mortali negli Stati Uniti nel 2017.

Il dato è drammaticamente più alto rispetto al 20 per cento registrato nel 2016.

Sono stati contati almeno 26 diversi gruppi Ku Klux Klan negli Stati Uniti. Il più grande e in rapida crescita è il Knights of the KKK (o Ku Klos Knights), con sede a Harrison, in Arkansas, sotto la guida di Thom Robb. 

Recentemente i “Cavalieri” hanno tenuto manifestazioni in Wisconsin, Ohio, Louisiana, Indiana, Texas, Tennessee, Arkansas e Mississippi ed è stato il primo gruppo a reclutare Skinhead.

Il “Ku Klos Knights” è il più nazista dei Klans e mantiene forti legami con le propaggini più violente delle Aryan Nations di Richard Butler.

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari