Covid ultime 24h
casi +12.694
deceduti +251
tamponi +230.116
terapie intensive -29

Khashoggi, la fidanzata: “Il principe saudita Mohammed bin Salman sia punito subito”

Di Anna Ditta
Pubblicato il 1 Mar. 2021 alle 11:16 Aggiornato il 1 Mar. 2021 alle 11:20
99
Immagine di copertina

La fidanzata di Jamal Khashoggi, Hatice Cengiz, ha chiesto che il principe ereditario saudita, Mohammed bin Salman sia punito per la morte del giornalista dissidente, ucciso e fatto a pezzi nel consolato di Riad a Istanbul il 2 ottobre 2018. Il principe saudita è accusato da un rapporto della Cia, recentemente desecretato dal presidente statunitense Joe Biden, di essere il mandante dell’assassinio.

Secondo il documento, il principe saudita Mohammed bin Salman approvò il piano per uccidere Khashoggi, che vedeva come una minaccia per la stabilità del regno. “È essenziale che il principe ereditario, che ha ordinato il brutale omicidio di una persona innocente, sia punito senza indugio”, chiede Cengiz nel comunicato.

Nonostante la pubblicazione del rapporto, gli Usa non hanno preso alcuna iniziativa contro il potente principe ereditario, considerato un fondamentale alleato di Washington nel contrasto all’Iran. Secondo Cengiz, punire bin Salman, “non solo porterebbe la giustizia che stiamo cercando per Jamal ma impedirebbe anche ad azioni simili di ripetersi in futuro”. Secondo Cengiz, “sulla base di questo rapporto, non c’è più alcuna legittimità politica per il Principe della Corona”. “La verità – che era già nota – è stata rivelata una volta di più e ora è confermata”.

In un’intervista pubblicata da TPI due giorni fa, Cengiz sottolineava la reticenza dei Paesi occidentali nella ricerca della verità e della giustizia sul caso Khashoggi. “Pensavo di trovare i Paesi occidentali più disposti a battersi per dare giustizia a un giornalista smembrato, e invece ho trovato reticenza”, ha dichiarato la donna, divenuta ormai un simbolo della lotta per la libertà di stampa. Il principe saudita è la stessa persona con cui il leader di Italia Viva Matteo Renzi dialogava lo scorso gennaio, in occasione del suo viaggio a Riad per una conferenza organizzata dal fondo sovrano dell’Arabia Saudita.

Leggi anche: 1. 5 domande a cui Matteo Renzi deve rispondere (a un giornalista) /2. Quella intervista esclusiva di Renzi a Renzi sul conflitto d’interenzi in Arabia Saudita (di Luca Telese) / 3. Omicidio Khashoggi, Renzi ribadisce che è “giusto avere rapporti con l’Arabia Saudita”

4. Omicidio Khashoggi, la fidanzata Hatice Cengiz a TPI: “Pensavo che l’Occidente si sarebbe battuto, invece ho trovato reticenza”/ 5. Conflitto d’interenzi (di Giulio Gambino)/ 6. Se Renzi vivesse in Arabia Saudita (di Selvaggia Lucarelli)

99
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.