Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:54
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Si fingevano omosessuali per adescare le donne: due italiani arrestati in Australia per stupro

Immagine di copertina
Alberto Nicoletti (29 anni) e Vincenzo MIneo (36 anni)

Alberto Nicoletti, 29 anni, il "re della pizza di Perth", e l'amico Vincenzo Mineo, 36, sono stati arrestati dalla polizia australiana dopo che una ventenne ha denunciato di essere stata violentata dai due nel bagno per disabili di un parco. Dopo la prima denuncia si sono fatte avanti altre donne

Alberto Nicoletti e Vincenzo Mineo sono stati arrestati a Perth, in Australia, con l’accusa di aver commesso violenze sessuali. Secondo gli inquirenti australiani i due ragazzi italiani si fingevano una coppia gay per adescare nei locali le loro vittime, donne.

Il 29enne Nicoletti, originario di Lecco e cresciuto a Como, è il proprietario del ristorante – pizzeria “Lago di Como”, tra i più rinomati in città tanto da valergli il soprannome di “re della pizza di Perth“. Mineo, 36 anni, è invece uno dei suoi collaboratori.

Al momento, spiega Huffington Post, sono 7 le donne che hanno denunciato Nicoletti e 3 Mineo. A incastrare i due italiani, oltre alle testimonianze delle presunte vittime, ci sarebbero un video diffuso dalle autorità australiane. Il filmato è stato reso noto nell’ambito di un’indagine nata dalla testimonianza di una 20enne che, nel marzo scorso, ha denunciato di essere stata violentata nel bagno per disabili di un parco. Secondo il racconto della ragazza, Nicoletti e Mineo si sarebbero presentati come una coppia omosessuale e le avrebbero offerto cocaina per poi trascinarla nella toilette del parco e abusare di lei quando la ragazza non era più in condizione di reagire.

Il giudice ha respinto la richiesta di libertà su cauzione avanzata dai legali dei due ristoratori italiani. La prossima udienza è in programma a ottobre e secondo i media australiani dopo la prima denuncia sarebbero arrivate già altre segnalazioni contro i due ragazzi italiani.

Ti potrebbe interessare
Esteri / I Paesi Baltici annunciano un’area di difesa comune, Grigore-Kalev Stoicescu a TPI: “Siamo pronti a difenderci dalla Russia”
Esteri / Due anni di guerra e un’America sempre più lontana: l’Europa è al bivio
Esteri / Biden: “Putin è un figlio di put**na e Trump è di una razza diversa”. Il Cremlino: “Modi da cowboy”
Ti potrebbe interessare
Esteri / I Paesi Baltici annunciano un’area di difesa comune, Grigore-Kalev Stoicescu a TPI: “Siamo pronti a difenderci dalla Russia”
Esteri / Due anni di guerra e un’America sempre più lontana: l’Europa è al bivio
Esteri / Biden: “Putin è un figlio di put**na e Trump è di una razza diversa”. Il Cremlino: “Modi da cowboy”
Esteri / Los Angeles, minaccia la polizia con una forchetta di plastica: ucciso
Esteri / Israele, il ministro Gantz: "Primi segnali di un accordo sugli ostaggi". L'Aia, Cina chiede soluzione due Stati
Esteri / Julian Assange, conclusa l’udienza finale: i giudici rinviano il verdetto sull’appello contro la procedura di estradizione
Esteri / Ilaria Salis incontra il deputato Ciani nel carcere di Budapest: “Condizioni migliori dopo il clamore in Italia”
Esteri / “Navalny ucciso con un colpo al cuore”: l’ipotesi del Times
Esteri / Gaza, il principe William: “Troppi morti, basta guerra”
Esteri / Usa all'Aia: "L'attacco del 7 ottobre dimostra esigenze di sicurezza di Israele". Knesset vota contro creazione "unilaterale" Stato palestinese