Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Israele ha annunciato la costruzione di 400 nuovi insediamenti: “Miglior risposta al terrorismo”

Immagine di copertina
Credit: Afp

A dare la notizia su Twitter il ministro della difesa israeliano, Avigdor Lieberman, come risposta all'uccisione da parte di un palestinese di un cittadino ebraico in una colonia vicino a Gerusalemme

Il ministro della Difesa israeliano, Avigdor Lieberman, ha annunciato la costruzione di 400 nuovi insediamenti per coloni nei territori della Cisgiordania.

Secondo quanto riportato dal ministro sul suo account Twitter, “la miglior risposta al terrorismo è il rafforzamento degli insediamenti”.

La misura è stata presa in risposta all’uccisione da parte di un palestinese armato di coltello di un cittadino ebraico e al ferimento di altri due in seguito ad un attacco avvenuto nella notte nell’insediamento di Adam, vicino Ramallah.

L’assalitore, un uomo di 31 anni, è stato poi ucciso dalle forze dell’ordine israeliane.

“Il terrorista si è infiltrato nella comunità di Adam, a nord di Gerusalemme, e ha pugnalato tre civili. Le truppe sono arrivate sulla scena e stanno pattugliano la zona “, avevano inizialmente dichiarato le forze dell’ordine in un comunicato.

In seguito Hamas, il movimento che controlla Gaza, ha dichiarato che l’uomo ucciso nell’insediamento è in realtà un martire che ha vendicato la morte di 3 palestinesi uccisi nell’ultimo attacco condotto da Israele nella Striscia.

Nella notte tra il 14 e il 15 luglio 2018, infatti, Israele ha bombardato la Striscia di Gaza in risposta al lancio di razzi in territorio israeliano da parte del gruppo radicale palestinese.

Si è trattato del più grande attacco sferrato da Israele contro gli obiettivi militanti di Hamas a Gaza dalla guerra del 2014, secondo quanto affermato dal primo ministro Benjamin Netanyahu.

La creazione di nuovi insediamenti è da sempre al centro della disputa tra Israele e Palestina ed è stato spesso criticato dalle Organizzazioni internazionali, che hanno spesso definito come comportamento controproducente per il raggiungimento della pace.

Di recente, il governo di Netanyahu ha anche approvato una controversa legge che stabilisce che Israele è uno Stato esclusivamente ebraico.

La nuova legislazione prevede anche un maggior impegno da parte dello Stato nella costruzione di nuovi insediamenti, considerati un “interesse nazionale“.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza: 34.151 morti dal 7 ottobre. Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Iraq: Erdogan in visita a Bagdad. Iran: "Non c'è posto per le armi atomiche nella nostra dottrina nucleare"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza: 34.151 morti dal 7 ottobre. Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Iraq: Erdogan in visita a Bagdad. Iran: "Non c'è posto per le armi atomiche nella nostra dottrina nucleare"
Esteri / Raid di Israele su Rafah: ventidue morti tra i quali nove bambini
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi
Esteri / Brasile, porta il cadavere dello zio in banca per fargli firmare un prestito: arrestata
Esteri / Michel: “Iran è una minaccia non solo per Israele, va isolato”. Teheran: “Potremmo rivedere la nostra dottrina nucleare di fronte alle minacce di Israele”