Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 13:53
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Almeno 250 miliziani dell’Isis sono stati uccisi in Iraq in una serie di raid statunitensi

Immagine di copertina

Nei bombardamenti oltre 40 veicoli sono andati distrutti. Se le cifre dovessero essere confermate, si tratterebbe dell'attacco più pesante mai registrato contro l'Isis

Almeno 250 jihadisti del sedicente Stato islamico sono stati uccisi in una serie di raid condotti dalla coalizione a guida statunitense nei pressi della città di Falluja. Nei bombardamenti oltre 40 veicoli sono andati distrutti. 

Se le cifre dovessero essere confermate, si tratterebbe dell’attacco più pesante mai registrato contro l’Isis. Pochi giorni fa l’esercito aveva annunciato la riconquista della città di Falluja, nelle mani dell’Isis dal gennaio del 2014. 

Le perdite territoriali del gruppo jihadista tuttavia non stanno facendo diminuire le preoccupazioni sulla sua capacità di compiere attacchi, soprattutto all’estero. 

La Turchia ha accusato l’Isis di essere il responsabile dell’attacco del 28 giugno all’aeroporto Ataturk di Istanbul. 

John Brennan, il capo della Cia, sostiene che nonostante i recenti successi della coalizione anti-Isis fatti in Siria e in Iraq, ci sia ancora “molta strada da fare prima di essere in grado di dire che abbiamo fatto dei progressi significativi nei loro confronti”. 

Oltre all’offensiva per riconquistare Falluja, anche un altro pesante attacco è stato lanciato contro i miliziani jihadisti nella città di Manbij, nel nord della Siria. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Un agricoltore ha spostato per sbaglio il confine tra Francia e Belgio
Esteri / Biden annuncia lo stop ai brevetti sui vaccini: "Tempi straordinari richiedono misure straordinarie"
Esteri / Facebook conferma il bando di Trump. Il tycoon sfida il social e lancia la sua piattaforma: “La pagheranno”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Un agricoltore ha spostato per sbaglio il confine tra Francia e Belgio
Esteri / Biden annuncia lo stop ai brevetti sui vaccini: "Tempi straordinari richiedono misure straordinarie"
Esteri / Facebook conferma il bando di Trump. Il tycoon sfida il social e lancia la sua piattaforma: “La pagheranno”
Esteri / Basta camerieri, ok a scienziati e ingegneri: al via la stretta sull’immigrazione del Regno Unito
Esteri / Affari e petrolio: Total finanzia da anni la giunta militare in Myanmar
Esteri / Insetti da mangiare: l'Ue autorizza il consumo alimentare delle tarme della farina
Esteri / Israele, Netanyahu non forma il governo: scaduto il mandato
Cronaca / Sul sito della Commissione Ue manca il Recovery Plan dell’Italia
Esteri / Elezioni a Madrid: vincono i popolari, vola l'estrema destra di Vox
Esteri / Un razzo cinese sta rientrando in modo incontrollato sulla Terra: si teme pioggia di detriti