Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il Myanmar nega il voto ai musulmani

Immagine di copertina

La decisione è stata presa dopo le violente proteste della comunità buddhista

Il governo militare del Myanmar ha revocato il diritto di voto ai Rohingya, la minoranza musulmana del Paese.

La decisione è stata presa dopo che ieri centinaia di buddhisti sono scesi in strada per protestare contro la decisione di far votare i possessori dei cosiddetti white papers, vale a dire temporanei permessi di residenza introdotti nel 2010 e che coinvolgono in prima persona la minoranza dei Rohingya.

Sono più di un milione i Rohingya che abitano la provincia di Rakhine, nell’ovest della Birmania. Tuttavia questi ultimi vengono considerati dalle autorità locali immigrati illegali provenienti dal Bangladesh, e quindi sprovvisti della cittadinanza del Myanmar.

Nel 2012, violenti scontri tra musulmani e buddhisti – che rappresentano l’89 per cento della popolazione e sono tra i più attivi nel negare la cittadinanza ai Rohingya – causarono la morte di 200 persone.

“I proprietari dei white papers non sono cittadini e non devono avere il diritto di votare”, ha dichiarato Shin Thumana, monaco buddhista che ha preso parte alle proteste.

Nel dicembre dello scorso anno, le Nazioni Unite avevano approvato una risoluzione per spingere il governo di Thein Sein a concedere la cittadinanza ai musulmani presenti in Myanmar.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"