Hong Kong, lo studente ferito dalla polizia nelle proteste è accusato di ribellione e assalto alle forze dell’ordine

Di Laura Melissari
Pubblicato il 3 Ott. 2019 alle 07:43 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 20:03
15
Immagine di copertina

Tsang Chi-kin, lo studente 18enne ferito al torace nelle proteste del primo ottobre da un colpo sparato dalla polizia di Hong Kong, è stato accusato formalmente di ribellione e assalto alle forze dell’ordine.

Lo riportano i media locali, secondo cui Tsang fa parte di un gruppo di 77 ragazzi che dovranno rispondere di rivolta e il loro caso sarà trattato dalla Sha Tin Court. Tsang è ancora ricoverato al Queen Elizabeth Hospital e dopo un intervento d’urgenza è stato indicato come in condizioni stabili.

Cosa è successo il primo ottobre

Nel giorno dei 70 anni della Repubblica popolare cinese, i manifestanti di Hong Kong, che da giugno organizzano imponenti proteste, sono scesi in piazza, nonostante il divieto di manifestare. Gli scontri tra manifestanti e polizia sono avvenuti in 13 distretti di Hong Kong. Le forze dell’ordine hanno usato i lacrimogeni e cannoni ad acqua per disperdere la folla.

Durante gli scontri, uno studente è stato colpito al torace da un proiettile sparato da un agente in Hoi Pa Street, a Tsuen Wan. Testimoni denunciano che il colpo è stato sparato da vicino e ad altezza uomo e un video lo dimostra.

Hong Kong, il video del poliziotto che spara al petto di uno studente durante le proteste

Hong Kong, manifestante colpito al torace da spari della polizia: è in gravi condizioni

15
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.