Covid ultime 24h
casi +23.225
deceduti +993
tamponi +226.729
terapie intensive -19

Hong Kong, poliziotti sparano sui manifestanti: ferito un 21enne, è in gravi condizioni

Di Luca Serafini
Pubblicato il 11 Nov. 2019 alle 07:01 Aggiornato il 11 Nov. 2019 alle 07:11
48
Immagine di copertina
Foto: EPA / JEROME FAVRE

Due persone sono rimaste ferite, di cui una in modo grave, nei violenti scontri di questa notte a Hong Kong tra polizia e manifestanti. I due feriti, secondo quanto riportano i media locali, sarebbero stati attinti da colpi di pistola sparati dagli agenti nella città di Sai Wan Ho.

Entrambi sono stati portati via in ambulanza: uno dei due, il più grave, è stato colpito al torace da distanza ravvicinata. Si tratta di un 21enne: il ragazzo è stato operato d’urgenza e al momento è sotto osservazione in terapia intensiva.

I manifestanti, al momento dell’intervento della polizia, stavano bloccando la circolazione stradale: il ferimento è avvenuto attorno alle 7 ora locale (mezzanotte in Italia).

Da giugno, quando sono iniziate le proteste contro la legge sulle estradizioni in Cina, si tratta della terza volta in cui la polizia usa armi da fuoco provocando dei feriti.

Il primo ottobre, infatti, uno studente è stato colpito al petto dopo l’assalto dei manifestanti a un gruppetto di agenti rimasto isolato, mentre pochi giorni dopo è stata la volta di un 14enne colpito alla gamba: entrambi sono stati poi arrestati.

Una settimana fa c’è stata invece la prima vittima delle proteste: si tratta di Chow “Alex” Tsz-lok, uno studente di 22 anni, morto a causa dei traumi riportati cadendo da un parcheggio, mentre cercava di sfuggire a un assalto condotto dalla polizia con dei lacrimogeni.

La morte di Chow ha fatto salire la tensione in tutto il paese: durante il fine settimana ci sono state manifestazioni di protesta e veglie in sua memoria. Poi, stanotte, la manifestazione a Sai Wan Ho che ha portato al ferimento di due persone.

Secondo quanto riportano i media locali, durante l’azione di stanotte la polizia di Hong Kong ha lanciato cinque raffiche di lacrimogeni a Pedder Street, nel cuore della città, tentando di disperdere i manifestanti che stavano bloccando i mezzi di trasporto creando barricate sulle principali vie cittadine.

A quel punto alcuni poliziotti avrebbero iniziato a sparare causando il ferimento di due manifestanti di cui uno, come detto, è attualmente in gravi condizioni.

Esclusivo: Hong Kong, TPI in piazza tra i manifestanti per documentare gli scontri con la polizia

48
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.