Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Hong Kong, il magnate pro-democrazia Jimmy Lai condannato a 14 mesi di carcere

Immagine di copertina

Hong Kong: l’editore pro-democrazia Jimmy Lai condannato a 14 mesi di carcere

Jimmy Lai Chee-ying, magate ed editore pro-democrazia di Hong Kong, è stato condannato a 14 mesi di carcere per aver partecipato a un’assemblea non autorizzata durante la festa nazionale cinese il 1 ottobre 2019.

Lai, che si trova già in carcere per aver partecipato ad altre manifestazioni, dovrà scontare la sua nuova condanna consecutivamente, il che significa che il magnate dovrà affrontare circa 20 mesi di carcere.

L’imprenditore è uno degli otto attivisti di primo piano di Hong Kong reclusi, mentre altri due sono stati condannati, ricevendo, però, la sospensione della pena.

Tra gli altri attivisti condannati figurano l’avvocato Albert Ho e Figo Chan, rappresentante del Civil Human Rights Front, il movimento che ha organizzato le manifestazioni che hanno dato il via alle proteste pro-democrazia nell’estate 2019, i quali hanno ricevuto la sentenza più dura, ovvero 18 mesi di carcere, assieme ad altri due attivisti: Lee Cheuk-yan e Lee Kwok-hung.

Secondo Amanda Woodcock, la giudice che ha emesso la sentenza, era “irrealistico” pensare che l’evento organizzato dagli attivisti potesse non sfociare in violenti scontri con la polizia.

Jimmy Lai Chee-ying, inoltre, deve affrontare altre due accuse per la violazione della legge sulla sicurezza nazionale, che potrebbero condannarlo al carcere a vita.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il Pallone “spia” cinese diventa un caso: il segretario di Stato Usa Blinken rinvia il viaggio a Pechino
Esteri / Irlanda, l’etichetta sul vino “nuoce alla salute” arriverà in 2-3 mesi
Esteri / Voleva uccidere la regina Elisabetta, si dichiara colpevole di tradimento
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il Pallone “spia” cinese diventa un caso: il segretario di Stato Usa Blinken rinvia il viaggio a Pechino
Esteri / Irlanda, l’etichetta sul vino “nuoce alla salute” arriverà in 2-3 mesi
Esteri / Voleva uccidere la regina Elisabetta, si dichiara colpevole di tradimento
Esteri / È morto lo stilista spagnolo Paco Rabanne: aveva 88 anni
Esteri / Putin e la velata minaccia nucleare: “Chi pensa di vincere contro di noi si sbaglia. Non useremo solo mezzi blindati”
Esteri / Ucraina, nascondeva un milione di dollari nel divano letto: ex viceministro della Difesa indagato
Esteri / Pallone spia cinese avvistato in spazio aereo Usa
Esteri / Ragazza di 18 anni trovata morta in un bosco: era scomparsa dopo aver litigato con un uomo
Esteri / Tel Aviv, genitori abbandonano neonato al check-in dell’aeroporto perché non avevano il suo biglietto
Esteri / Singapore, uomo fa causa a una donna perché non vuole uscire con lui: “Mi ha rovinato la reputazione”