Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:12
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Hillary Clinton non è la prima candidata donna alla Casa Bianca

Immagine di copertina

Diversamente da quanto riportato da numerosi media, l'ex Segretario di stato non è la prima donna a correre per la presidenza degli Stati Uniti

Il 26 luglio la convention dei democratici statunitensi ha proclamato Hillary Clinton candidata alla Casa Bianca per il partito. Si tratta della prima volta che uno dei due maggiori partiti degli Stati Uniti – democratici e repubblicani – sceglie una donna come candidato presidente, ma non è assolutamente la prima volta che una donna è stata candidata a tale carica.

La candidatura di Hillary Clinton, infatti, arriva dopo ben 36 candidature femminili alla presidenza degli Stati Uniti, la prima delle quali è avvenuta nel 1872, quando Victoria Woodhull fu la candidata dell’Equal Rights Party.

La più votata di queste donne è stata Jill Stein, candidata nel 2012 per i Verdi, ottenendo 468.907 voti. Un’altra performance importante fu quella di Lenora Fulani, candidata con il partito di sinistra New Alliance nel 1988 e nel 1992.

Nessuna di queste candidate è però mai stata particolarmente competitiva, dal momento che sono sempre state sostenute da partiti minori nel sistema tendenzialmente bipartitico degli Stati Uniti. Il fatto che Hillary Clinton sia stata la prima nominata di uno dei due grandi partiti – e quindi con concrete possibilità di diventare il primo presidente donna del paese – ha portato molti media a definirla “la prima candidata donna alla Casa Bianca”, affermazione tuttavia non vera.

Riguardo i candidati vicepresidenti, sia i democratici che i repubblicani hanno candidato donne. Nel 1984 i democratici scelsero Geraldine Ferraro come vice di Walter Mondale (poi sconfitto da Ronald Reagan), mentre nel 2008 la vice del candidato repubblicano John McCain (sconfitto da Barack Obama) fu Sarah Palin.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"