Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Guinea-Bissau, niente ballottaggio per il presidente uscente

Immagine di copertina

Due ex Primi ministri della Guinea-Bissau avrebbero raggiunto il ballottaggio delle elezioni presidenziali, ha affermato la commissione elettorale, con l’uscente Jose Mario Vaz che termina distante dalle prime due posizioni dopo un mandato segnato da numerosi problemi.

Domingos Simoes Pereira avrebbe chiuso al primo posto con il 40 per cento e Umaro Cissoko Embalo è arrivato secondo con il 28 per cento nel voto del primo turno del 24 novembre, ha detto ai giornalisti il ​​presidente della commissione Jose Pedro Sambu, anche se Embalo ha successivamente affermato che il conteggio dei voti della sua squadra avrebbe mostrato una gara più combattuta.

Poiché nessuno dei due ha superato il 50 per cento richiesto per ottenere l’elezioni, si affronteranno in un secondo turno il 29 dicembre.

“Le elezioni sono state giuste, libere e trasparenti”, ha detto Pereira, 56 anni, ai giornalisti. “Siamo soddisfatti dei risultati. Saluto Umaro Embalo Cissoko, il mio avversario del secondo turno, che rispetto”.

Pereira ha fatto campagna ponendosi come modernizzatore, le cui promesse di rafforzare la salute e l’istruzione lo hanno reso popolare tra i giovani elettori di Bissau.

Embalo, 47 anni, che ha servito come Primo ministro sotto Vaz dal 2016-18, ha dichiarato in una conferenza stampa che, secondo il conteggio dei suoi sostenitori, ha ricevuto il 36 per cento e Pereira il 38 per cento.

“Vincerò il secondo turno e guiderò una crociata contro il traffico di droga e la corruzione”, ha detto.

Vaz non ha reagito pubblicamente ai risultati. Il presidente 61enne, che governa il piccolo paese dell’Africa occidentale dal 2014, ha ricevuto solo il 12 per cento dei voti.

I critici affermano che anche se Vaz è il primo presidente dall’indipendenza dal Portogallo nel 1974 a durare a lungo, non è riuscito a controllare la corruzione o il flusso di droghe attraverso le isole boscose al largo della costa.

Bissau ha intercettato oltre 2,5 tonnellate di cocaina quest’anno che si ritiene fossero in rotta dal Sud America all’Europa.

Pereira è stato il primo Primi ministro di Vaz prima di essere licenziato nel 2015, fatto che ha causato l’attuale disputa tra il presidente e il Partito africano per l’indipendenza della Guinea e Capo Verde (PAIGC) di Pereira.

Vaz ha inoltre rimosso il Primo ministro Aristides Gomes il 29 ottobre e ha nominato un successore.

Ma Gomes ha rifiutato di dimettersi e Vaz alla fine si è ritirato sotto la pressione internazionale.

L’instabilità politica ha danneggiato l’economia, che dipende fortemente dai prezzi volatili degli anacardi, la principale fonte di reddito per oltre i due terzi delle famiglie

Ti potrebbe interessare
Esteri / Hong Kong, dopo il blitz vanno a ruba le 500mila copie dell’Apple Daily: edicole prese d’assalto
Esteri / L’Iran elegge il nuovo presidente: conservatori pronti a tornare al potere
Esteri / Usa, il concerto di Bruce Springsteen è vietato a chi si è vaccinato con AstraZeneca
Ti potrebbe interessare
Esteri / Hong Kong, dopo il blitz vanno a ruba le 500mila copie dell’Apple Daily: edicole prese d’assalto
Esteri / L’Iran elegge il nuovo presidente: conservatori pronti a tornare al potere
Esteri / Usa, il concerto di Bruce Springsteen è vietato a chi si è vaccinato con AstraZeneca
Esteri / Juneteenth, il giorno per ricordare la fine della schiavitù dei neri, diventa festa federale negli Usa
Esteri / Israele presta ai palestinesi oltre un milione di vaccini Pfizer in scadenza
Esteri / Schiavitù infantile, Corte Suprema Usa blocca causa contro i giganti del cioccolato
Esteri / La variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Esteri / Omicidio Regeni, l’impertinenza egiziana: “Non c’è motivo per iniziare un processo”