Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 16:55
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La guardia costiera libica intercetta 850 migranti

Immagine di copertina

Provengono soprattutto da Sudan, Eritrea e Somalia. Sono stati trovati su 7 gommoni vicino alla città di Sabratha, in Libia

La guardia costiera libica ha intercettato sette imbarcazioni che trasportavano 850 migranti africani verso l’Europa, domenica 22 maggio.

I migranti – provenienti soprattutto da Sudan, Eritrea e Somalia – sono stati trovati su sette gommoni diversi vicino alla città costiera di Sabratha, a ovest di Tripoli. Sono poi stati consegnati alle autorità libiche per il primo soccorso. Tra loro, vi erano 79 donne, 11 incinte. 

Dopo la caduta del colonnello Mu’ammar Gheddafi, la Libia è diventato uno dei principali hub del traffico di esseri umani. Solo in questi primi cinque mesi del 2016, ben 30mila migranti hanno provato ad attraversare i circa 300 chilometri di Mar Mediterraneo che separano la Libia dall’Italia.

I trafficanti sfruttano la forte instabilità politica del paese nordafricano, ancora diviso in varie fazioni. Il governo libico ha avvisato di non avere le risorse necessarie per contenere il flusso di profughi e ha accusato l’Unione europea di non mantenere le promesse. 

L’Italia è in prima linea nelle discussioni volte a stabilizzare il paese, avendo spinto per un governo di accordo nazionale e per l’investitura di Fayez al-Sarraj a primo ministro. Inoltre, Roma ospita la sede operativa dell’operazione Sofia dell’Ue, volta a neutralizzare i trafficanti di esseri umani.

Tuttavia, il Regno Unito ha criticato l’operazione attraverso un rapporto parlamentare, definendola inefficace e sulla via del fallimento. Secondo il report, l’unico risultato ottenuto è stato quello di spingere i trafficanti a cambiare tattica.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte