Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Regno Unito, Liz Truss sarà la nuova premier: i conservatori l’hanno scelta come leader

Immagine di copertina

L’attuale ministra degli Esteri Liz Truss succederà a Boris Johnson alla carica di Primo Ministro britannico: è stato annunciato oggi, lunedì 5 settembre. Lo hanno deciso i membri del partito dei conservatori chiamati a votare dopo una campagna che ha visto Truss contro Rishi Sunak. Quest’ultimo era Ministro delle Finanze fino alla crisi del governo Johnson di luglio scorso, durante la quale si era dimesso insieme ad altri 59 politici.

Il programma di Truss include: taglio delle tasse ai ricchi, annullamento dell’aumento delle tasse alle aziende (doveva salire da 19% a 21% ), meno tasse sui carburanti per rispondere alla crisi energetica e l’aumento delle spese militari per arrivare al 3% , eccedendo così di un punto il tasso richiesto dalla Nato. Molti hanno identificato in lei un’erede del tatcherismo. Cresciuta tra le fila dei democratici liberali durante la gioventù, una volta uscita da Oxford il suo liberismo ha trovato la migliore espressione nel pensiero conservatore. Dopo alcune sconfitte elettorali fa il salto di qualità con Cameron alla guida del partito venendo eletta deputata. È stata un’oppositrice della Brexit ma dopo il risultato del referendum, riconoscendo che uscire dall’Europa sarebbe stata un’opportunità di cambiamento, ha decisamente cambiato idea.

Oggi durante il suo discorso ha voluto ringraziare il suo predecessore: “Boris, hai portato a termine la Brexit. Hai sconfitto Jeremy Corbyn. Hai preparato il vaccino e hai affrontato Vladimir Putin. Sei ammirato da Kiev a Carlisle”. Sicuramente la Brexit è stata una fortuna per la carriera di Truss, nonostante avesse fatto campagna per il Remain, la sua politica di sfida di fronte all’Unione Europea mentre era Ministro degli esteri gli è valsa la stima degli euroscettici.

Sotto Theresa May è diventata Ministro della Giustizia e sotto Johnson ha ricoperto l’incarico di Ministro degli Esteri, adottando una delle linee più dure contro la Russia di Putin. Durante la crisi di governo non si è dimessa, rimanendo fedele a BoJo e guadagnandosi così il rispetto dei suoi sostenitori. Con l’appoggio dell’ala destra del partito ha ottenuto 81.326 contro i 60.399 del suo avversario.

Dopo l’investitura ricevuta dalla regina, dovrà formare un nuovo governo. Tra i grossi dossier da affrontare durante il mandato ci sono il caro bollette, per il quale Lizz Truss ha proposto di ridurre i contributi sociali in modo da aumentare il potere d’acquisto delle famiglie, e il referendum per l’indipendenza della Scozia, che la nuova leader, secondo alcune rivelazione, intenderebbe ostacolare.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Arabia Saudita: Mohammed bin Salman rimpiazza il padre e diventa Primo Ministro
Esteri / L’ambasciata Usa a Mosca ha chiesto ai cittadini americani di lasciare subito la Russia
Esteri / Minaccia nucleare, bando urgente di Mosca per l’acquisto di ioduro di potassio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Arabia Saudita: Mohammed bin Salman rimpiazza il padre e diventa Primo Ministro
Esteri / L’ambasciata Usa a Mosca ha chiesto ai cittadini americani di lasciare subito la Russia
Esteri / Minaccia nucleare, bando urgente di Mosca per l’acquisto di ioduro di potassio
Esteri / Ucraina, referendum in Donbass: vincono i sì con oltre il 90%
Esteri / Iran, la minaccia della polizia per piegare la rivoluzione: “Useremo tutta la forza”
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Esteri / In fuga da Putin, le autorità della Finlandia: “Oltre 7mila russi entrati lunedì dalla frontiera”
Esteri / Medvedev: “La Russia ha il diritto di usare le armi nucleari se necessario, la Nato non interferirà”