Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:03
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il governo del Congo sospende le telecomunicazioni per le elezioni presidenziali

Immagine di copertina

Per 48 ore saranno bloccati i siti internet e i servizi telefonici, e non si potranno inviare SMS. Una decisione presa per motivi di sicurezza nazionali

Il governo della Repubblica del Congo ha imposto alle due principali compagnie di telecomunicazione del paese di bloccare tutte le forme di comunicazioni, in occasione delle elezioni presidenziali in programma per oggi, domenica 20 marzo 2016.

La decisione è stata presa per motivi di sicurezza, secondo quanto dichiarato da una fonte governativa alla vigilia del voto.

Il ministro dell’Interno Raymond Mboulou ha scritto alle società di telecomunicazioni, esortando a sospendere i servizi telefonici, internet e gli SMS per 48 ore, al fine di proteggere “la sicurezza nazionale”. 

Una fonte del governo ha detto all’agenzia di stampa Afp che la sospensione di qualsiasi linea di comunicazione ha lo scopo di porre fine a qualsiasi pubblicazione “illegale” dei risultati delle elezioni di domenica. 

I seggi chiuderanno alle 18 ora locale.

Le tensioni sono alte in Congo dal mese di ottobre, quando attraverso un referendum popolare è stata approvata la rimozione del limite di due mandati presidenziali e ha eliminato il limite d’età a 70 anni. I cambiamenti sono stati approvati con il 94,3 per cento degli aventi diritto di voto.

I risultati del referendum hanno provocato la reazione dell’opposizione che lo ha definito “un colpo di stato costituzionale” e hanno generato proteste nel periodo che ha preceduto il voto, che si sono concluse con numerose vittime. 

L’attuale presidente Denis Sassou Nguesso, al potere dal 1997, si è detto sicuro della vittoria sugli otto avversarsi e ha definito il giorno delle elezioni come “un calcio di rigore che segna poi una vittoria”. 

Il Congo non è il primo paese africano ad aver preso una simile misura preventiva. Anche l’Uganda, in occasione delle elezioni presidenziali di febbraio, ha imposto la chiusura di Twitter, Facebook e Whatsapp. 

“Una simile decisione è senza dubbio negativa. Tutto è stato fatto in modo che l’elezione non fosse trasparente”, ha sottolineato Joe Washington, presidente della fondazione Ebina che coinvolge numerosi attivisti. 

Sassou Nguesso è stato presidente della Repubblica del Congo dal 1979 al 1992, poi è tornato al potere nel 1997 in seguito allo scoppio della guerra civile. Ha vinto due mandati consecutivi, nel 2002 e nel 2009, ma entrambi i risultati sono stati contestati dai partiti di opposizione. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Drone russo sgancia una granata dentro a un bicchiere di plastica | VIDEO
Cronaca / Mosca convoca l’ambasciatore italiano: 24 diplomatici espulsi dalla Russia
Esteri / Al Congresso Usa si è tenuta la prima audizione sugli Ufo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Drone russo sgancia una granata dentro a un bicchiere di plastica | VIDEO
Cronaca / Mosca convoca l’ambasciatore italiano: 24 diplomatici espulsi dalla Russia
Esteri / Al Congresso Usa si è tenuta la prima audizione sugli Ufo
Esteri / Aereo caduto in Cina, le scatole nere: "È stato fatto precipitare volontariamente"
Esteri / Guerra in Ucraina, Finlandia e Svezia consegnano la domanda di adesione alla Nato. Draghi: "Appoggio convinto dell'Italia"
Esteri / L’”orbanizzazione” degli Stati Uniti: perché la destra americana guarda sempre più al leader ungherese
Esteri / Goldman Sachs offre ferie illimitate ai dipendenti senior per “riposarsi e ricaricarsi”
Esteri / I soldati ucraini lasciano l’acciaieria di Azovstal dopo settimane di assedio | VIDEO
Esteri / Amber Heard: “Johnny Depp mi ha quasi ucciso sull’Orient Express”
Esteri / Gran Bretagna, visto speciale agli studenti laureati in Università meritevoli: atenei italiani esclusi dalla lista