Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Ginevra, istituito salario minimo più alto del mondo: 3.800 euro mensili per i lavoratori

Immagine di copertina

Il Cantone di Ginevra, in Svizzera, ha stabilito un salario minimo per i lavoratori pari a 3.800 euro mensili con il referendum che si è tenuto domenica 27 settembre: circa 500mila abitanti si sono espressi in favore della proposta avanzata da sindacati e partiti di sinistra. Come riporta il quotidiano britannico the Guardian, si tratta della cifra più alta al mondo. Non è la prima volta che i cittadini del cantone svizzero sono chiamati a votare sulla questione, ma nel 2011 e nel 2014 ad aggiudicarsi la maggioranza dei voti era stato il “no”. La pandemia da Covid-19 avrebbe però cambiato la situazione, con un numero crescente di persone che si è ritrovata in difficoltà dopo che l’epidemia ha colpito il tessuto economico e produttivo di una delle città più care al mondo. Il 58 per cento degli elettori si è detto favorevole al nuovo salario.

La paga oraria minima sarà pari a poco meno di 21,5 euro l’ora, più del doppio della tariffa in vigore in Francia. Lo stipendio mensile minimo garantito sarà fissato a 4.086 franchi svizzeri su una settimana lavorativa di 41 ore. Michel Charrat, presidente del Groupement transfrontalier européen, un’organizzazione indipendente che supporta le persone che vivono e lavorano al confine tra Francia e Svizzera, ha descritto il risultato del voto come un “segno di solidarietà” verso le fasce più povere della popolazione. La misura riguarderà almeno 30mila lavoratori a bassa retribuzione, due terzi dei quali donne, molti impiegati come addetti alle pulizie o in ristoranti e parrucchieri.

Leggi anche: 1. Svizzera: il tragitto casa-ufficio entra a far parte dell’orario di lavoro per tutti i dipendenti pubblici 2. Gli amori separati dalla frontiera Svizzera-Italia: divisi da una manciata di chilometri e dal dpcm

Ti potrebbe interessare
Esteri / Ucraina, Onu: “I negoziati per fermare la guerra sono ancora lontani”
Esteri / Guerra in Ucraina, la Russia schiera missili ipersonici a Kaliningrad
Esteri / Siccità in tutto il mondo: piogge artificiali e razionamenti non bastano
Ti potrebbe interessare
Esteri / Ucraina, Onu: “I negoziati per fermare la guerra sono ancora lontani”
Esteri / Guerra in Ucraina, la Russia schiera missili ipersonici a Kaliningrad
Esteri / Siccità in tutto il mondo: piogge artificiali e razionamenti non bastano
Esteri / Nuova Zelanda, comprano valigie all’asta e trovano i resti di due bambini
Esteri / Sanna Marin scatenata ad un party: la premier finlandese travolta dalle polemiche
Esteri / L'esercito israeliano chiude sei Ong palestinesi etichettate come terroriste: "Attacco alla libertà"
Esteri / La Germania sta finendo il gas e i costi ricadono sui consumatori
Esteri / Kabul, forte esplosione in una moschea: almeno tre morti e decine di feriti
Esteri / Usa, spara nell’appartamento della vicina perché infastidita dal pianoforte: arrestata infermiera
Esteri / La Cina invierà truppe in Russia per esercitazioni militari congiunte