Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 07:46
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Germania vuole chiudere tutte le pratiche di richiesta d’asilo in poche settimane

Immagine di copertina

Angela Merkel ha annunciato che il Paese sarà in grado di gestire tutte le richieste d'asilo pervenute e rimpatriare chi non viene ritenuto idoneo

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha annunciato che la Germania velocizzerà le procedure di accettazione delle richieste d’asilo arrivate al governo e provvederà in poche settimane a rimpatriare i migranti che verranno giudicati non idonei a rimanere nel Paese.

I Social democratici e il partito dei Cristiani democratici uniti (Cdu) hanno discusso a lungo, negli ultimi giorni, per stabilire il piano adeguato per affrontare la crisi dei migranti, dopo l’apertura del governo all’accoglienza dei rifugiati. 

La Merkel ha precisato che saranno cinque i centri disposti per lo smistamento tra profughi – arrivati da Paesi in guerra e quindi da accogliere nell’Unione europea – e migranti – persone fuggite dai propri Paesi per ragioni economiche, che non verranno accettati come richiedenti asilo e verranno quindi rimpatriati.

Secondo le stime realizzate dalla Germania, il Paese è in attesa dell’arrivo di almeno 800mila migranti, entro il prossimo anno. L’Unione europea ha annunciato il 5 novembre che gli arrivi del 2016 in Europa saranno cinque volte superiori rispetto a quelli dell’anno in corso, con 3 milioni di migranti previsti. 

Nonostante il peggioramento delle condizioni climatiche, che negli scorsi anni aveva sempre svolto da deterrente alle partenze, le Nazioni Unite hanno riferito che il numero di migranti che cercano di effettuare la traversata marittima verso l’Europa non sembra essere diminuito. Il viaggio di chi sta partendo in questi ultimi giorni sta diventando sempre più rischioso per l’incolumità dei migranti a causa di piogge, freddo e mare grosso.

In previsione dell’aumento del flusso verso l’eurozona, la Merkel e il leader dei Social democratici tedeschi Sigmar Gabriel hanno sottolineato la necessità di capire le cause per cui le persone si sentono costrette a partire anche da Paesi non in guerra o in cui la situazione politica sembrerebbe stabile e di aumentare i controlli alle frontiere.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”
Esteri / La Corte europea dei diritti dell’uomo: il green pass “non viola i diritti umani”
Esteri / Incendio in Spagna: migliaia di persone in fuga dalle fiamme vicino alla Costa del Sol