Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”

Immagine di copertina

Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male”

La Nutella entra nel dibattito delle elezioni presidenziali in Francia dopo l’attacco portato avanti da Jean-Luc Mélenchon, leader del partito della sinistra radinale La France Insoumise, tra i candidati per la corsa all’Eliseo.

In un’intervista al quotidiano Libération, infatti, Mélenchon ha parlato di come il suo programma per le presidenziali sia incentrato sulla “sicurezza alimentare”.

“Proibiremo la pubblicità alimentare per i bambini. Poi razionamento di zucchero e sale nell’alimentazione e proibizione di additivi coloranti e conservanti, classificati come prodotti cancerogeni, nei salumi” ha dichiarato il politico.

Poi, l’attacco alla Nutella che, secondo Mélenchon, “Non fa bene ai bambini, non fa bene alle foreste e agli animali che ci vivono”.

“Non conosco un genitore che non voglia fare attenzione a quel che mangia suo figlio” ha quindi aggiunto il candidato di La France Insoumise.

Non è la prima volta che la Nutella finisce sotto accusa in Francia. Già nel 2015, infatti, come ricorda il Corriere l’allora ministro dell’Ecologia, Ségolène Royal, disse che bisognava “smettere di mangiare la Nutella” perché “si tratta di olio di palma, che ha sostituito gli alberi. E dunque ci sono stati dei danni considerevoli”. Le dichiarazioni della Royal provocarono diverse polemiche e costrinsero l’ex ministro a scusarsi.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce