Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:42
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Francia, multa record da 500 milioni di euro contro Google per violazione di diritti d’autore connessi

Immagine di copertina

Francia, multa record da 500 milioni di euro contro Google per violazione di diritti d’autore connessi

L’Antitrust francese ha inflitto a Google una multa record da 500 milioni di euro per aver violato la normativa sui diritti connessi. L’Authority d’oltralpe contesta alla società californiana di non aver negoziato in maniera equa con gli editori sull’applicazione dei cosiddetti “diritti connessi”, ovvero quei diritti d’autore inerenti la fruizione e la diffusione di un’opera, ostacolando un confronto “in buona fede” sulla retribuzione dei contenuti.

Adesso il colosso Usa dei motori di ricerca controllato dalla holding Alphabet dovrà presentare entro settembre “un’offerta di remunerazione per l’attuale utilizzo dei contenuti protetti” di editori e agenzie di stampa, altrimenti la maxi multa potrebbe arrivare a picchi di 900mila euro al giorno. A muovere l’accusa alcuni editori come Alliance de la presse d’information générale, Syndicat des éditeurs de la presse magazine e Associated French Press, secondo cui Google ha applicato “cattiva fede” nelle negoziazioni per mostrare i loro contenuti su servizi come Google news.

La sentenza dell’Antitrust ha dato ragione a loro: le trattative del colosso di Mountain view con gli editori non sarebbero state “scrupolose”. Stando quando dichiarato dal capo dell’antitrust Isabelle de Silva, queste “non possono considerarsi condotte in buona fede, in quanto Google imponeva che le discussioni si svolgessero necessariamente nell’ambito di una nuova partnership, denominata Publisher Curated News, che comprendeva un nuovo servizio chiamato Showcase”.

Secondo l’Authority inoltre l’azienda si sarebbe rifiutata di intavolare “discussione specifica sul compenso dovuto per gli usi correnti dei contenuti protetti da diritti connessi”, e avrebbe “ristretto l’ambito della negoziazione senza giustificazione, rifiutando di includervi i contenuti delle agenzie di stampa ripresi dalle testate (immagini ad esempio) ed escludendo dalla discussione tutta la stampa non IPG, anche se indubbiamente interessata dalla nuova legge, e che il suo contenuto è anche associato a entrate significative per Google”.

Un Comportamento “aggravato dalla mancata trasmissione di informazioni che avrebbero consentito una negoziazione equa, e dalla violazione degli obblighi volti a garantire la neutralità della trattativa rispetto alla visualizzazione di contenuti protetti e alle relazioni economiche in essere da altre parti tra Google ed editori e agenzie di stampa. E che il suo contenuto è anche associato a entrate significative per Google”.

L’azienda californiana dal canto suo si è detta “delusa” dal verdetto, che non considererebbe “sforzi messi in campo” per giungere a una soluzione e ignora “la realtà di come le notizie funzionano sulle nostre piattaforme”. La multa, tra le più alte decise da un singolo stato membro dell’Unione Europea in questo ambito, si aggiunge agli altri provvedimenti e indagini nei confronti di Google avviati negli ultimi anni in Europa.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto il ministro degli Esteri bielorusso. Kiev: “Forse avvelenato”. Mosca: “Scioccati”
Esteri / “Italiana arrestata in Turchia alla manifestazione contro la violenza sulle donne”: le attiviste di Mor Dayanisma
Esteri / “Putin vuole far uccidere Lukashenko”: l’ipotesi del complotto per trascinare la Bielorussia in guerra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto il ministro degli Esteri bielorusso. Kiev: “Forse avvelenato”. Mosca: “Scioccati”
Esteri / “Italiana arrestata in Turchia alla manifestazione contro la violenza sulle donne”: le attiviste di Mor Dayanisma
Esteri / “Putin vuole far uccidere Lukashenko”: l’ipotesi del complotto per trascinare la Bielorussia in guerra
Esteri / La chef stellata: “Chi prenota al ristorante e non si presenta paga 75 euro di penale”
Esteri / Migranti, ancora tensioni Francia-Italia: “Roma apra i suoi porti alle Ong, altrimenti niente ricollocamenti”
Esteri / Putin alle madri dei soldati russi: “I vostri figli sono eroi”
Esteri / “Tentò di violentarmi in un camerino”: giornalista americana denuncia Trump per violenza sessuale e diffamazione
Esteri / Criticava il regime sui social, arrestato in Iran l’ex star della nazionale Voria Ghafouri
Calcio / Così il Qatar si è “comprato” i Mondiali per spacciarsi come Paese aperto e moderno
Esteri / Esclusivo TPI – Mondiali Insanguinati: ecco le condizioni disumane di lavoro degli operai che hanno costruito gli stadi in Qatar