Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Le immagini di Salman Abadi prima dell’attentato di Manchester

Immagine di copertina

L'attentatore suicida che ha ucciso 22 persone che si trovavano alla Manchester Arena era conosciuto ai servizi di sicurezza britannici e non avrebbe agito da solo

I media britannici hanno diffuso le immagini dell’autore dell’attacco di Manchester del 22 maggio scorso, poco prima dell’esplosione.

L’attentatore suicida Salman Abedi che ha ucciso 22 persone che si trovavano alla Manchester Arena per il concerto di Ariana Grande era conosciuto ai servizi di sicurezza britannici e probabilmente non ha agito da solo. L’uomo era nato a Manchester ma di origini libiche.

Non è chiaro dove siano state prese le immagini di Abedi rilasciate da qualche ora.

La polizia di Manchester ha chiesto la collaborazione di chiunque sappia qualcosa sui movimenti di Salman e ha dichiarato che l’inchiesta sta “facendo buoni progressi”.

Il giornale britannico Times ha rivelato che l’attentatore era tornato da poco da un viaggio in Libia. “Era partito per la Libia tre settimane fa ed era tornato di recente, da qualche giorno”, ha raccontato un amico di Abedi al quotidiano.

Il giornale Libya Herald ha fornito invece qualche dettaglio su Ramadan Abedi, padre dell’attentatore. È un “federalista della Cirenaica che vuole la decentralizzazione e più poteri per un’autorità regionale dell’est” della Libia “ma non sembra abbia alcuna idea religiosa estremista”. Il sito libico spiega che lo stesso viene detto anche dello stesso Salman Abedi.

Il fratello minore dell’attentatore di Manchester, il 20enne Hashem Abedi, faceva parte di una cellula jihadista in Libia ed era controllato dai servizi segreti libici.

La polizia ritiene che Salman Abedi abbia assemblato la sua bomba mortale in un appartamento in affitto in un palazzo in Granby Row nel centro della città, nei pressi di Canal Street.

Le immagini:

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”
Esteri / Iran, uccise la fidanzata a 17 anni: impiccato 25enne. Amnesty: “Ha confessato sotto tortura”