Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 15:30
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Autobomba contro un hotel di Mogadiscio, almeno dieci morti

Immagine di copertina

L’attentato è stato rivendicato dal gruppo terroristico al Shabaab, legato ad al Qaeda

Almeno dieci persone hanno perso la vita mercoledì 1 giugno nell’esplosione di un’autobomba davanti all’ingresso di un hotel di Mogadiscio, la capitale della Somalia. Il bilancio, secondo fonti della polizia locale è destinato a salire.

L’hotel sotto attacco, secondo un giornalista freelance della Bbc, si chiama Ambassador ed è molto frequentato da politici e funzionari governativi. La facciata dell’edificio è stata gravemente danneggiata dalla forte esplosione.

Gli assalitori si sono fatti largo con un’autobomba davanti all’hotel e poi sono entrati dentro l’edificio, come ha dichiarato alla Reuters il portavoce del gruppo terroristico al Shabaab che ha immediatamente rivendicato l’attacco.

“Finora sono morte dieci persone nell’eplosione dell’autobomba, ma il bilancio è destinato a salire perché alcuni miliziani sono entrati nell’hotel e non abbiamo visto uscire i clienti”, ha dichiarato il sindaco di Mogadiscio Ibrahim Hassan, sempre alla Reuters.

Nello stesso giorno gli Stati Uniti hanno ucciso in un’operazione condotta con i droni 17 miliziani del gruppo terroristico legato ad al Qaeda, tra cui uno dei comandanti di al Shabaab sospettato di aver partecipato all’attacco all’università kenyana di Garissa in cui morirono 148 studenti.

Il gruppo terroristico di matrice islamica al Shabaab è stato cacciato dalla capitale Mogadiscio nel 2011, ma rappresenta ancora una grave minaccia per il governo appoggiato dalle Nazioni Unite.

Negli ultimi anni ha compiuto una serie di attentati nella città. A febbraio un’autobomba fatta esplodere all’ingresso di un parco di Mogadiscio aveva provocato la morte di nove persone, mentre a gennaio 17 persone erano state uccise da un gruppo di uomini armati che avevano fatto irruzione in un ristorante.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Ti potrebbe interessare
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio