Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:46
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Egitto, esplosione contro un bus turistico: almeno 16 feriti

Esplosione bus Egitto | Un bus turistico è stato colpito da un’esplosione in Egitto. Il bilancio è di almeno 16 persona ferite.

Secondo alcune fonti di sicurezza, tra i turisti feriti almeno sei sono sudafricani e altri nove-dieci turisti sono egiziani. Non ci sono italiani tra i turisti dell’autobus.

È accaduto a Giza, la zona del Cairo dove sorgono le piramidi. In particolare proprio vicino al Grande museo egizio, “nei pressi di piazza Elremaya”, precisano le fonti riferendosi a uno svincolo che dista poco più di un chilometro in linea d’aria dalla piramide di Cheope (situata a sud) e una distanza analoga dal Grande museo egizio (a nord-ovest) nel quartiere occidentale cairota di Haram.

In quella zona l’ordigno era stato piazzato al lato della strada ed è esploso esattamente al passaggio del bus. A riportarlo in prima battuta è stata Al Jazeera.

Ancora non è stata determinata la natura dell’esplosione.

Prime immagini dopo l’esplosione
Prime immagini dopo l’esplosione

Altre informazioni attendibili in circolazione al Cairo, nel confermare che i turisti stranieri coinvolti sono sudafricani, parlano di 25 feriti. Il sito del principale quotidiano egiziano, Al Ahram, ha indica invece 14 feriti. Nessuna fonte parla però di morti.

La tv privata egiziana Extra News ha dichiarato che persone ferite nell’esplosione che ha colpito il bus turistico al Cairo sono state colpite dai vetri di finestrini andati in frantumi.

Nella stessa area lo scorso dicembre tre turisti vietnamiti e una guida locale erano rimasti uccisi dall’esplosione di una bomba collocata a lato della strada.

Proprio in Egitto, il 9 aprile scorso è piombato nuovamente l’incubo Isis nella penisola del Sinai. Nella mattina del 9 aprile 2019, nei pressi del mercato nell’area di Sheikh Zuweid, nella provincia del Sinai del Nord, un uomo si è fatto esplodere al passaggio di una pattuglia di polizia.

In quel caso, il bilancio secondo il ministero dell’Interno egiziano è stato di cinque morti: due agenti di polizia e tre civili. Secondo tre fonti dei servizi di sicurezza citate da Reuters, invece, nell’attentato sono morti un civile e quattro agenti di polizia. Tra essi ci sarebbero anche il capo della polizia investigativa della città e il suo assistente. 

*Notizia in aggiornamento

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, il governo pronto a lanciare la pillola anti-Covid entro fine anno
Esteri / Tragedia in Svizzera: investe e uccide il figlio di 14 mesi facendo manovra con il Suv
Esteri / Camion contro parata gay pride in Florida: un morto. "Attacco terroristico alla comunità Lgbt"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, il governo pronto a lanciare la pillola anti-Covid entro fine anno
Esteri / Tragedia in Svizzera: investe e uccide il figlio di 14 mesi facendo manovra con il Suv
Esteri / Camion contro parata gay pride in Florida: un morto. "Attacco terroristico alla comunità Lgbt"
Esteri / “Se l’Europa vuole tenere testa a Usa, Russia e Cina deve dotarsi del Nucleare”: il realismo preventivo di Massimo Fini
Esteri / Quali sono i Paesi in Europa che hanno già tolto l'obbligo
Esteri / Vaccino unico per Covid e influenza: il via già in autunno
Esteri / Usa, la sfida dei vescovi cattolici: approvato documento per vietare la comunione a Biden
Esteri / Iran, vince al primo turno l'ultraconservatore Ebrahim Raisi
Esteri / Biden attacca giornalista della Cnn: “Ma che diavolo dice? Ha sbagliato lavoro”
Esteri / Hong Kong, dopo il blitz vanno a ruba le 500mila copie dell’Apple Daily: edicole prese d’assalto