Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Erdogan risponde a Draghi: “Impertinente e maleducato”

Immagine di copertina

Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, risponde al premier italiano Mario Draghi, che lo aveva definito “dittatore”. “Le dichiarazioni del primo ministro italiano sono impertinenti e maleducate”, ha affermato il presidente turco, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa nazionale Anadolu.

La risposta di Erdogan è arrivata nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 14 aprile 2021, nel corso di un evento alla Biblioteca nazionale presidenziale turca, ad Ankara.

Le dichiarazioni di Draghi, pronunciate lo scorso 8 aprile durante una conferenza stampa a Palazzo Chigi, avevano suscitato forti polemiche nei giorni scorsi. “Erdogan è un dittatore, ma con questi dittatori si ha bisogno di collaborare, bisogna essere franchi per affermare la propria posizione ma anche pronti a cooperare per gli interessi”, aveva detto il presidente del Consiglio italiano.

Il ministero degli Esteri turco aveva immediatamente convocato l’ambasciatore italiano ad Ankara, Massimo Gaiani. “Dittatura e fascismo non sono concetti che appartengono alla nostra cultura”, aveva osservato Ömer Çeliksi, portavoce dell’Akp, il partito di Erdogan.

L’ultraconservatore Devlet Bahceli, leader del Movimento nazionalista (Mhp), principale partner di coalizione di Erdogan, ha invece sostenuto ieri che le parole di Draghi rivelano “un’ammirazione segreta per Mussolini”.

Leggi anche: Il dittatore utile e i diritti umani sempre per ultimi (di Giulio Gambino)

Ti potrebbe interessare
Esteri / Allarme in Europa: rubate le chiavi per generare Green pass. Nel dark web quello “funzionante” di Hitler
Esteri / Scandalo Facebook, Zuckerberg a un passo delle dimissioni
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Ti potrebbe interessare
Esteri / Allarme in Europa: rubate le chiavi per generare Green pass. Nel dark web quello “funzionante” di Hitler
Esteri / Scandalo Facebook, Zuckerberg a un passo delle dimissioni
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza