Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:55
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

I conservatori vincono le elezioni in Croazia

Immagine di copertina

Il partito Unione Democratica Croata ha ottenuto 59 seggi su 151, mentre i socialdemocratici 56. Qui c'è quello che dovreste sapere

I conservatori del partito dell’Unione Democratica Croata (Hdz) hanno vinto le prime elezioni parlamentari tenutesi nel Paese da quando la Croazia è entrata a far parte dell’Unione europea nel 2013, senza tuttavia raggiungere la maggioranza necessaria per governare da soli.

Lunedì 9 novembre la commissione elettorale ha dichiarato che il partito conservatore, guidato dall’ex capo dell’intelligence Tomislav Karamarko, si è aggiudicato 59 dei 151 seggi a disposizione in parlamento. Invece il Partito Socialdemocratico di Croazia (Sdp), guidato dal primo ministro Zoran Milanovic, ha ottenuto 56 seggi.

Il poco margine tra i due schieramenti comporta che nelle prossime settimane si svolgeranno lunghi negoziati per creare un governo di coalizione.

Kamarko ha dichiarato che il primo impegno del partito sarà assicurare una vita migliore ai croati. Il partito conservatore ha un punto di vista diverso sulla gestione del flusso dei migranti rispetto ai suoi predecessori socialdemocratici. Durante la campana elettorale, l’Hdz ha promesso maggiori controlli alle frontiere per diminuire il flusso di arrivi nel paese, che conta 4.4 milioni di abitanti.

Circa 338mila migranti hanno attraversato la Croazia da metà settembre. Dal confine con la Serbia entrano nel paese dai 5mila ai 10mila al giorno. Pochi si fermano in Croazia, uno dei paesi più poveri dell’Unione europea con un tasso di disoccupazione del 16 per cento.

Il Ponte delle Liste Indipendenti, il terzo partito classificatosi alle elezioni guadagnando 19 seggi, sarà decisivo per la formazione della coalizione che governerà il paese. Fondato tre anni fa dal sindaco della città di Metkovic Bozo Petrov, il partito ha affermato che si impegnerà in una politica di riforme del settore pubblico e giudiziario e dell’economia.

A seguito dei risultati elettorali, Petrov ha dichiarato che supporterà il governo solo se si atterrà al programma del partito. “Per ogni riforma stabiliremo un termine, e se non sarà rispettato chiederemo una mozione di sfiducia. Sappiamo che, per come stanno ora le cose, controlliamo la maggioranza in parlamento. Una nuova elezione sarebbe molto meno costosa di un governo incapace”. ha aggiunto il leader del Ponte delle Liste Indipendenti.

Oltre ai flussi migratori, il nuovo governo croato dovrà affrontare il problema di una crescita economica che manca dopo sei anni di recessione.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte