Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 14:26
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La prima azienda in Egitto che concede alle donne un giorno di ferie per il ciclo mestruale

Immagine di copertina

Le dipendenti di Shark and Shrimp, un’agenzia di marketing con sede al Cairo possono restare a casa durante il periodo del ciclo mestruale.

È la prima azienda in tutto l’Egitto a concedere un giorno di ferie retribuito ogni mese nella settimana delle mestruazioni. Le donne che decideranno di usufruire della giornata off non dovranno neanche consegnare certificati medici che attestino il ciclo mestruale in corso.

“Inizialmente i dipendenti sono rimasti scioccati perché non è normale parlare liberamente di questo problema qui nel Medio Oriente e nella regione del Nord Africa”, ha spiegato Rania Youssef, responsabile delle risorse umane dell’azienda.

“Sta alle dipendenti scegliere quale giorno del loro periodo verra tolto”, ha aggiunto a The Independent.

“Ci fidiamo al cento per cento dei nostri dipendenti e sappiamo che non abuseranno di questa possibilità”.

L’amministratore delegato dell’azienda, Mohamed Naiem, ha deciso di introdurre questa politica aziendale dopo aver letto alcuni articoli medici che affrontavano il tema dei dolori mestruali.

Diverse associazioni di donne chiedevano giorni di ferie pagati durante il ciclo. La decisione dell’azienda Shark and Shrimp è arrivato dopo la proposta di un gruppo di giornaliste egiziane che hanno lanciato diverse campagne in Egitto per promuovere il congedo mestruale alle donne.

Il congedo mestruale è riconosciuto in paesi come Giappone, Corea del Sud, Taiwan, Indonesia e Zambia. Nella Corea del Sud le donne possono avere diritto a una retribuzione aggiuntiva se non utilizzano il congedo mestruale a cui hanno diritto.

L’Italia ha tentato di introdurre una legge simile l’anno scorso, ma non è riuscita a passare.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei: distrutto il grattacielo dei media e la casa del capo di Hamas a Gaza
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei: distrutto il grattacielo dei media e la casa del capo di Hamas a Gaza
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown