Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:25
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Una seconda persona è stata arrestata per l’attacco alla metro di Londra

Immagine di copertina
Credit: Chris J Ratcliffe

Dopo l'arresto di un 18enne a Dover, un secondo uomo, di 21 anni, è stato arrestato a Hounslow, a ovest di Londra

Un uomo di 21 anni è stato arrestato a Hounslow, a ovest di Londra, sospettato di essere coinvolto nell’attacco terroristico in cui sono rimaste ferite 30 persone venerdì 15 settembre.

Si tratta del secondo arresto dopo l’esplosione alla stazione Parson Green della capitale britannica. Il primo arresto è avvenuto sabato 16 settembre, quando un 18enne è stato fermato nella zona portuale di Dover, città britannica sulla costa del Canale della Manica. Secondo Danny Shaw, un giornalista della BBC, il 18enne potrebbe essere aver piazzato in prima persona l’ordigno esploso sul vagone della metropolitana di Londra, nella stazione di Parsons Green.

Il secondo uomo, indagato per terrorismo, si trova ancora sotto la custodia della polizia londinese.

La minaccia terroristica in città resta critica, il più alto livello previsto. Le indagini proseguono per stabilire quanti siano gli uomini coinvolti nell’attacco, analizzando foto, video e racconti di testimoni.

L’attacco di Parsons Green

Venerdì 15 settembre 2017, alle 08:20 ora locale (09:20 in Italia), c’è stata un’esplosione a bordo di un vagone della metropolitana di Londra presso la fermata di Parsons Green, sulla District Line, nella zona ovest della capitale britannica, a Fulham. L’Isis ha rivendicato l’attentato.

Di seguito i punti più importanti su quello che sappiamo finora:

  • Almeno 30 persone sono rimaste ferite, ma nessuna risulta essere in gravi condizioni o in pericolo di vita
  • Il sedicente Stato islamico ha riferito che l’attacco è stato portato a termine da un suo gruppo affiliato
  • Le autorità considerano l’accaduto un attentato terroristico e riferiscono che l’esplosione è stata causata da un “ordigno esplosivo improvvisato”
  • La prima ministra Theresa May ha presieduto un vertice con il comitato anti-crisi Cobra, che ha innalzato a “critico” il livello di allerta terroristica nel Regno Unito
  • I governi di tutta Europa e di gran parte del mondo hanno già espresso la loro vicinanza al governo britannico e alle vittime dell’attacco di Parsons Green
  • Nel 2017 la capitale britannica è già stata colpita da quattro attacchi terroristici, che in tutto hanno causato almeno 15 morti e oltre 120 feriti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Terremoto in Turchia, le immagini della devastazione | VIDEO
Esteri / “Putin mi ha promesso che non ucciderà Zelensky”: il racconto dell’ex premier israeliano
Esteri / Papa Francesco, concluso il viaggio in Africa: “I cristiani possono cambiare la storia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Terremoto in Turchia, le immagini della devastazione | VIDEO
Esteri / “Putin mi ha promesso che non ucciderà Zelensky”: il racconto dell’ex premier israeliano
Esteri / Papa Francesco, concluso il viaggio in Africa: “I cristiani possono cambiare la storia”
Esteri / La Cina minaccia “azioni in risposta” all’abbattimento del pallone spia che sorvolava gli Stati Uniti
Esteri / Nonna si tatua tutto il corpo (tranne il viso): “Orgogliosa di essere una tela vivente”
Esteri / Stati Uniti, abbattuto il pallone-spia cinese. La Difesa: “Sorvegliava siti strategici”
Esteri / La svolta autoritaria di Netanyahu rischia di trasformare Israele in una democratura
Esteri / Dal gas ai fertilizzanti: così la guerra di Putin sconfina nel Sahara
Esteri / Ucraina, Corea, Taiwan, Africa, Medio Oriente: ecco tutte le guerre di cui dovremo preoccuparci nel 2023
Esteri / In Ucraina la strada verso l’escalation è lastricata di armi (di S. Mentana)